Trappola nella 488

29/11/2002

ItaliaOggi
Numero
283, pag. 32 del 29/11/2002
Luigi Chiarello



Il Map cambia il software errato per turismo e commercio.

Trappola nella 488

Domande da rifare sui bandi aperti

Le domande sui finanziamenti 488/92 (bando 2002) per le imprese del commercio e del turismo sono da rifare. Dopo l’allarme lanciato da ItaliaOggi, il 23 novembre scorso, in relazione all’errato funzionamento del software ministeriale che determinava un calcolo sbagliato dell’ammontare di agevolazione ottenibile, il ministero delle attività produttive ha deciso di correre ai ripari. Con un avviso diffuso sul proprio sito Internet, via Veneto ha reso noto che ´la versione 12.00 del SW, da utilizzare per la compilazione della scheda tecnica e del business plan numerico relativamente ai bandi del turismo e del commercio, attualmente in corso di adeguamento, verrà resa disponibile prossimamente’. Questo, in soldoni, significa che il dicastero sta provvedendo alla sostituzione delle parti di software errate. A questo punto è opportuno ricordare che la scheda tecnica allegata alla domanda di agevolazione costituisce la discriminante per l’ottenimento dei contributi, in quanto chiarisce in tutti i suoi aspetti l’entità dell’investimento da agevolare.

La corretta presentazione del business plan numerico è fondamentale, invece, esclusivamente per i progetti che prevedono elevati importi di spesa. In particolare, per i settori commercio e turismo solo le aziende con piani d’investimento superiori a 516.456,90 euro (un miliardo di lire) sono tenute alla corretta redazione del business plan numerico; anche se questo limite decade quando siano previsti interventi finalizzati all’adeguamento degli impianti ´a norma’ o investimenti che non determinino variazioni significative nei costi e nei ricavi dell’impresa.

Le domande 488, di fatto, possono essere presentate anche in assenza della scheda tecnica e del business plan numerico ai fini della decorrenza di ammissibilità delle spese; la documentazione mancante, però, dovrà essere allegata successivamente e, comunque, non oltre i termini di chiusura del bando. Il ministero delle attività produttive lancia però un avvertimento: ´Una eventuale preliminare compilazione della scheda tecnica e/o del business plan con versioni precedenti, non potrà essere utilizzata se non previa nuova digitazione di tutti i dati richiesti’; in sostanza, le domande di agevolazione saranno invalidate qualora si utilizzi ancora il software errato.

Industria. ItaliaOggi ha denunciato, come già detto, gli errori sostanziali del meccanismo di calcolo informatico; purtroppo le domande relative al dando 2002 per le aziende industriali e di servizi (chiuso il 21 novembre scorso) ne sono state vittima.

L’errore non costituisce motivo di esclusione dalle istruttorie, ma molte imprese potrebbero aver assunto, sulla base di un calcolo errato, impegni finanziari eccedenti quelli necessari. Quasi tutte le banche concessionarie e specialmente quelle che operano con le imprese del Mezzogiorno richiedono, infatti, alle imprese la dichiarazione di disponibilità a finanziare parte del progetto. Un errato calcolo degli oneri finanziari sostenibili potrebbe determinare un restringimento di eventuali altri affidamenti, con difficoltà per le imprese con meno affidabilità.