Transitalia 29 dipendenti in sciopero a oltranza

22/03/2011

Pisa – Sciopero a oltranza per 29 dipendenti della filiale di Pisa della Transitalia Logistic srl, azienda di servizi interbancari dell`indotto C-Global, che rischiano di restare senza lavoro dal prossimo 1 � aprile per cessazione dell`attivit� da parte
della societ� che li ha assunti nel luglio scorso e che non paga loro gli stipendi da novembre. Davanti agli uffici pisani dell`azienda i dipendenti hanno effettuato ieri un presidio dopo avere appreso dai colleghi delle altre filiali che i vertici aziendali si stavano recando in Toscana per acquisire le lavorazioni in corso e avviare la cessazione dell`attivit�.
�Attendiamo comunicazioni formali da parte dell`azienda – spiega Caterina Ballanti di Filcams Cgil – che ci ha solo manifestato verbalmente l`intenzione di chiudere il rapporto di lavoro con gli impiegati, rassicurandoci sul fatto che sarebbero stati tutti trasferiti alla societ� capofila, la Sti di Piacenza, che sarebbe subentrata proprio nelle commesse
con C-Global�. Ma qualcosa non � andato nella direzione sperata e ora i dipendenti pisani, dopo mesi di silenzio, hanno scelto la strada dello sciopero per evitare la perdita del lavoro. �Da mesi ci dicono di stare tranquilli – racconta un`impiegata – ma abbiamo gi� subito 3 o 4 passaggi da una ditta all`altra, sempre facenti capo alla casa madre Sti,
compresa Transitalia che ci ha assunti a luglio dalla mobilit�. L`ultimo stipendio pagato � quello di novembre,
poi pi� niente. E sappiamo che il nostro lavoro � gi� pronto per essere portato in Moldavia dove ci sono ditte che offrono le stesse prestazioni a costi pi� bassi�.?