Trade Game: newsletter n.1/2013

Trade Game: il commercio non è un gioco 
Osservatorio italiano sul commercio internazionale*
                   

—————————————————————————————————————————–
Newsletter n° 1 - 20 dicembre 2013

—————————————————————————————————————————–

 
La Conferenza Ministeriale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (Wto) a Bali si è chiusa con un risultato da valutare con attenzione. Secondo l’Osservatorio italiano sul Commercio internazionale TradeGame: il commercio non è un gioco, nato per iniziativa di CGIL, ARCS/ARCI, Fairwatch e Legambiente non è un “accordo storico”, come propagandato da molti Governi, ma un compromesso che risponde, solo parzialmente, ad alcune delle richieste dei Paesi meno sviluppati, per sbloccare lo stallo del Round di sviluppo di Doha che avrebbe dovuto legare le politiche commerciali a scelte di ridistribuzione.
Il testo approvato: http://tradegameblog.com/2013/12/06/wto-ecco-il-testo-del-bali-package/
La nostra prima analisi: http://tradegameblog.com/2013/12/07/wtobali-un-modesto-compromesso-manteniamo-un-atteggiamento-critico-e-vigile/
I documenti di sindacati e movimenti: http://tradegameblog.com/2013/12/14/wtobali-i-documenti-dei-movimenti/

TTIP USA-UE: nuovo round di negoziati a Washington e le amare sorprese
Questa settimana a Washington DC si è svolto il nuovo round di negoziati di liberalizzazione commerciale tra USA e UE. Quello che è sempre più chiaro è che il commercio è solo una piccolo parte di quello che è in ballo con questa trattativa. Corporate Europe Observatory, infatti, è entrato in possesso ed ha pubblicato la proposta dell’Unione Europea sulla Cooperazione regolatoria tra Europa e Stati Uniti: in pratica cambieranno le regole che conosciamo sulla protezione del lavoro, dell’ambiente e dei lavoratori
http://tradegameblog.com/2013/12/20/ttip-usa-ue-lamara-scoperta-su-come-cambiera-la-protezione-di-lavoro-ambiente-e-consumatori/

TTIP USA-UE: I guadagni che non verranno
“Il premio per un’intera generazione”, ma anche “Il pacchetto di stimolo più a buon prezzo che potremmo immaginare”: la Commissione europea ha definito in questo modo altisonante i presunti risultati economici per il continente che verranno generati, a loro giudizio, dal nuovo trattato di liberalizzazione commerciale Usa-Ue che dovrebbe – nei loro auspici – essere approvato entro il prossimo anno. Ma alcuni economisti, a scrutare nelle pieghe delle valutazioni d’impatto prodotte dalla Commissione stessa, cominciano a trovare le prime contraddizioni
Il link: http://tradegameblog.com/2013/12/20/ttip-usa-ue-economisti-sfatano-il-mito-della-ricchezza-che-verra/

L’incontro a Bali di Trade Game con il Vice-ministro Calenda
Alla vigilia della ministeriale Wto di Bali Trade Game aveva scritto al Viceministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda, chiedendo la riattivazione del Tavolo istituzionale di confronto con la società civile sui negoziati di liberalizzazione commerciale in corso in Europa e alla WTO. Dopo una riunione tecnica a Roma, Trade Game ha avuto l’opportunità di  incontrare Calenda, e di esprimere le proprie preoccupazione sia sul versante Wto, sia su quello dell’impatto dei trattati bilaterali sulla fragile economia italiana
http://tradegameblog.com/2013/12/05/baliwto-la-societa-civile-incontra-il-ministro-calenda/               
 
              

—————————————————
*Trade Game: il commercio non è un gioco – Osservatorio italiano sul commercio internazionale è un’iniziativa promossa da CGIL, ARCS/ARCI, Fairwatch e Legambiente

 Tutti gli aggiornamenti su www.tradegameblog.com