Comunicati Stampa

Toscana, sciopero generale dei dipendenti CNA

16/10/2015

Le CNA della  Toscana, senza dichiararne le motivazioni, hanno comunicato la disdetta del contratto di lavoro applicato, quello del Terziario, e a far data dal 1 gennaio 2016 l’applicazione del contratto dei Grafici artigiani.

“Questa operazione provocherà una pesante riduzione salariale e normativa, ma soprattutto il disconoscimento delle mansioni e della professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori, vero valore dell’Associazione.” È quanto hanno affermato le organizzazioni sindacali territoriali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil.

“E’ un atto molto grave volto a far pagare il costo della crisi e delle difficoltà delle CNA alle lavoratrici e ai lavoratori, che sono invece il valore aggiunto, la colonna portante dell’Associazione, come ben sanno gli associati CNA.”

Le lavoratrici e i lavoratori delle CNA della Toscana hanno deciso di dichiarare lo stato di agitazione e hanno proclamato 2 giornate di sciopero per il 16 ottobre e il 16 novembre: “Scioperiamo” hanno affermato, “per  il Contratto e per il rispetto della nostra professionalità.”

Il 16 ottobre, giornata di sciopero, è stato organizzato un presidio a Firenze di fronte alla Sede del CNA, iniziativa sentita e partecipata.

“Le Lavoratrici e i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali hanno sempre affrontato tutte le problematiche di equilibrio economico che in alcuni territori vengono poste, ma chiedono il rispetto del proprio lavoro attraverso il mantenimento del Contratto nazionale del Terziario.”