Torna la governante ma ora è “laureata”

15/11/2000



Logo Repubblica.it

15 Novembre 2000Oggi in edicola Pagina 40
Torna la governante
ma ora è "laureata"

Arrivano i corsi per colf in carriera

di LAURA ASNAGHI


MILANO – Esplode la voglia di "maggiordonna". Sì, proprio la versione femminile del maggiordomo perché, a Milano, sta per decollare un richiestissimo corso, tutto rigorosamente al femminile, per preparare super-professionali governanti capaci di organizzare inviti a cena, stirare perfettamente una camicia in quattro minuti, organizzare armadi con una spettacolare scientificità, occuparsi dei pupi e, all’occorrenza, imbandire una tavola con trionfi floreali. La "maggiordonna" deve saper fare tutto da sé, perché a differenza dei tradizionali maggiordomi inglesi non ha schiere di cameriere e cuochi alle sue dipendenze. Il corso non è ancora partito (inizia a dicembre) ma ci sono già 50 professionisti milanesi che hanno prenotato un posto per le loro colf, in gran parte filippine, che potranno così laurearsi con uno stage di 100 ore.
"E’ il sogno di tutte le famiglie avere un perfetto aiuto domestico e siccome in Italia non esistono scuole, l’abbiamo inventata noi" racconta Lucia Leonessi, curatrice del progetto per conto del Cepu, l’azienda aretina che opera sul fronte della formazione universitaria e non. Ma stavolta, anzichè far conquistare un diploma di maturità a Valentino Rossi o una laurea a Enrico Papi, il mancato avvocato, il Cepu si è impegnato su un fronte nuovissimo: quello che trasforma colf e cameriere in "maggiordonne" provette. Ma prima di sbarcare a Milano con questa scuola, il Cepu, ha sperimentato il corso in Toscana. Il modello adottato è stato quello anglosassone, della famiglia Spencer, che, a Londra, gestisce corsi destinati a una ristretta élite.
"Certo, perché per diventare "maggiordonne" occorre avere una buona cultura di base – ricorda Lucia Leonessi – e soprattutto bisogna avere una grossa passione per la casa". Propensione che la governante tedesca Erika Dettmann, l’ultracinquantenne leader del corso tenuto in Toscana, vaglia con teutonica fermezza.
Chi non è in grado di rifare, alla perfezione, un letto in 5 minuti o non si applica a dovere nelle pulizie viene scartato. In Toscana su 600 candidate solo 25 sono state promosse. Ora si replica a Milano. Con la guida della signora Giovanna Barberis. Lei è italiana e, assicurano al Cepu, "è una eccellente maestra" della nuova "accademia".
Una scuola faticosa perché i corsi si svolgono nel week-end. Al sabato, lezioni teoriche, che vanno dalla psicologia alla biologia, dalla medicina di pronto intervento alle lezioni di bon ton. E poi la domenica, corvée all’Hilton, dove nelle suites messe a disposizione delle studentesse si impara a cucinare, servire a tavola, a preparare una valigia, a sbrigare la corrispondenza, fare la dama di compagnia e a scrivere correttamente gli inviti per un cocktail o una cena. Domani, per il lancio del corso, interverrà la ballerina Alessandra Ferri, che, avendo una bimba, sa bene quanto è importante avere una "governante-tata-maggiordonna" a cui affidare casa, figli e marito, quando si è in tournée. Il costo del corso è di circa 5 milioni. Quasi sempre a spese dei datori di lavoro, felici di investire sulla "maggiordonna" di famiglia.