Torino. Protestano agenti Mondialpol

11/02/2004


11 Febbraio 2004

DUE GUARDIE GIURATE SI SONO INCATENATE DAVANTI ALLA SEDE DELL’ISTITUTO
Protestano agenti Mondialpol
«Continuiamo a perdere personale e servizi»
Sciopero improvviso, ieri mattina, dei dipendenti della Mondialpol, con una manifestazione di fronte al quartier generale dell’azienda, in corso Orbassano 452. Due guardie giurate si sono ammanettate ai cancelli per protestare contro «i tagli indiscriminati al personale e le perdite inarrestabili di commesse».
Si fa sempre più aspro il rapporto tra i vertici dell’istituto, da due anni assorbito da una società lombarda, e i lavoratori, passati da circa 400 a poco meno di 300, con una riduzione di organico attorno al 30 per cento. «Questo glorioso istituto di vigilanza – spiegano i delegati della Ugl sicurezza civile e Sinalv Cisal, Gambale e Zucca -, che un tempo primeggiava per sicurezza e professionalità, oggi continua a perdere servizi, trascura la qualità dei mezzi e, a dispetto delle norme dettate dagli organi di controllo, riduce gli equipaggi. Ecco l’effetto della gestione irresponsabile della proprietà». Emorragia di personale e attività denunciata anche da Filcams Cgil, Fiscascat Cisl, Uiltucs Uil: «I motivi dello sciopero – sostengono le organizzazioni -, sono legati alla scelta preannunciata dall’azienda di ridurre di 40 persone l’organico: riduzione attribuita dalla proprietà alla parziale perdita dell’appalto di trasporto valori per conto Unicredit». A seguito della protesta, ieri, sono state bloccate tutte le attività di scorta e consegna valori, con il rientro in sede dei mezzi già in servizio.

A preoccupare maggiormente i sindacati è il binomio sicurezza-esuberi, quale conseguenza della politica di «tagli imposti dall’azienda per tentare di mantenere le commesse».