Torino. Il cameriere? Scelto in videoconferenza

19/09/2002

 
GIOVEDÌ, 19 SETTEMBRE 2002
 
Pagina 11
 
LA CURIOSITÀ
 
Hotel francesi assumeranno in Piemonte con questo sistema
 
Il cameriere? Scelto in videoconferenza
 
 
 
 

Videoconferenze, banca dati, contatti in rete. Aboliti i vecchi colloqui vis-à-vis, camerieri e operatori addetti alla reception si possono reclutare e assumere in collegamento diretto con il datore di lavoro e con pochi clic sul mouse del computer. Le distanza di centinaia di chilometri è annullata e gli albergatori francesi della Val D´Isere e della Savoia potranno dare lavoro a ragazzi piemontesi disposti a trasferirsi temporaneamente fuori dai confini italiani. Il colloquio multimediale in rete è promosso dal servizio europeo Eures cui hanno aderito Regione e Provincia di Torino ed è fissato per il 3 ottobre, al centro Congressi Torino Incontra dove sarà attivato il collegamento diretto in videoconferenza con la Francia, da Aix-Les-Bains, dove si svolge il settimo salone dell´Emploi Hotelier. Ristorazione, servizio ai tavoli e al bar, accoglienza e prenotazione, servizi ai piani. Sono queste le opportunità occupazionali concrete per i giovani piemontesi cui si richiede flessibilità e una buona conoscenza del francese.
Il progetto Eures è operativo in Piemonte da due anni. In questo periodo hanno trovato un lavoro a Eurodisney o nel circuito alberghiero austriaco decine di giovani che si sono rivolti allo sportello. «L´obiettivo principale – ha detto ieri l´assessore regionale al Lavoro Gilberto Pichetto – è proprio quello di favorire i rapporti sul mercato del lavoro a livello europeo». Il sistema di reclutamento è snello, ha ricordato l´assessore al Lavoro della Provincia Barbara Tibaldi: «Le candidature potranno essere reperite sia nella banca dati interna al servizio sia attraverso uno screening tra i curricula che ci arriveranno. Domanda e offerta si incrociano senza ostacoli burocratici». Per molti giovani l´esperienza rimane stagionale, non tanto perché non si sia la possibilità di proseguire quanto piuttosto perché non sono in molti ad essere disponibili per un definitivo trasferimento all´estero.
Per parlare di servizi per l´impiego, il 30 settembre la Provincia ha organizzato un convegno internazionale cui parteciperanno alcuni responsabili dei collocamenti europei.
(s.str.)