TORINO, I LAVORATORI DELLE IMPRESE DI PULIZIE SI MOBILITANO

14/09/2012

14 settembre 2012

Torino, i lavoratori delle imprese di pulizie si mobilitano

Braccia incrociate lunedì 17 settembre per le lavoratrici ed i lavoratori delle Asl di Torino, negli ospedali di Rivoli, Susa,Giaveno, Avigliana dove la Direzione Generale dell’ASL TO 3 ha ordinato alle imprese di pulizia di tagliare del 15% le attività di servizio ausiliario, a cui è stato aggiunto un altro 5% per la Spending Review del Governo Monti.
Tale intervento coinvolge circa 160 operatori che vedono messo in discussione il loro orario e il loro salario, se non il posto di lavoro.
“L’Amministrazione dell’Asl di Torino invece di operare un vero risparmio eliminando sprechi e privilegi inutili piccole rendite di posizione” hanno affermato in una nota i sindacati territoriali “va a colpire un servizio pubblico essenziale, mettendo a rischio l’utenza (dalle pulizie al trasporto dei malati).”
“Le lavoratrici e i lavoratori degli appalti delle pulizie hanno già pagato abbastanza in questi anni di crisi, con salari ridotti all’osso dal part-time, del tutto insufficienti a far fronte al carovita, alle bollette, alle tasse”

Per questo che le organizzazioni sindacali hanno proclamato un giorno di sciopero per lunedì 17 settembre, chiedendo il ritiro immediato del provvedimento.