TORINO: FILCAMS E NIDIL STABILIZZANO GLI ASSOCIATI IN PARTECIPAZIONE DELLA TRACKS RETAIL

17/07/2012

17 luglio 2012

Torino: Filcams e Nidil stabilizzano gli associati in partecipazione della Tracks Retail


È stato siglato ieri un accordo di stabilizzazione per gli associati in partecipazione della Tracks Retail, azienda attiva nel settore dell’abbigliamento, delle calzature e degli accessori con numerosi punti vendita in Lombardia, Piemonte, Val d’Aosta e Liguria.

A seguito dell’entrata in vigore della legge 92/12 (“riforma Fornero”), che limita a tre il numero massimo di associati in partecipazione per ogni azienda, i lavoratori sono stati assunti a tempo indeterminato a decorrere da domani. L’accordo impegna Tracks Retail a riconoscere il periodo prestato come associato in partecipazione ai fini della riduzione o dell’eliminazione totale del periodo di prova per i lavoratori che operavano in azienda da più di sei mesi.

Il documento è stato votato all’unanimità dai lavoratori nel corso dell’assemblea di validazione tenuta in azienda prima della chiusura della trattativa. Si tratta di un importante accordo, il primo che riguarda la stabilizzazione di associati in partecipazione a seguito dell’entrata in vigore della legge. Accordo ancora più significativo perché elimina del tutto l’associazione in partecipazione dall’azienda, nonostante la legge consenta alle imprese di continuare a tenere un massimo di tre associati: un limite che, nella grande maggioranza dei casi, rende inefficace il contrasto agli abusi generati da questa tipologia contrattuale.

Si tratta di un primo rilevante risultato della campagna “Dissòciati!”: sono stati infatti i lavoratori a segnalare al sindacato, tramite il sito www.dissociati.it, l’utilizzo in azienda di contratti di associazione in partecipazione. A seguito delle segnalazioni, NIdiL e Filcams Torino hanno inviato una richiesta d’incontro all’azienda e hanno aperto una trattativa, che ha condotto alla firma di ieri. L’accordo prevede un ulteriore incontro fra le parti entro il prossimo settembre per monitorare l’applicazione dello stesso ed affrontare la tematica inerente agli altri rapporti di lavoro atipici in azienda.

“Questo importante risultato – dichiarano in una nota congiunta le segreterie di Filcams CGIL e NIdiL CGIL – raggiunto con la Tracks Retail è il primo accordo grazie al quale oltre trenta addetti vendite, che fino ad oggi hanno lavorato con il contratto di associazione in partecipazione, sono stati assunti a tempo indeterminato”.

“Come organizzazioni sindacali – proseguono le segreterie – siamo pronti a mettere in campo tutte le iniziative finalizzate a smascherare le false dichiarazioni pretese dai lavoratori in sede di certificazione e stiamo già inviando segnalazioni agli ispettorati del lavoro, così come siamo a disposizione dei lavoratori che vorranno impugnare i licenziamenti subiti”.

“Purtroppo infatti – conclude il sindacato – la legge 92/2012 ha creato un effetto fortemente negativo che, a quanto ci risulta dalle segnalazioni dei lavoratori, è consistito in una serie di licenziamenti o, in altri casi, in una gran quantità di certificazioni dei contratti in associazione in partecipazione. Ancora prima della sua entrata in vigore, questa norma ha già dimostrato la sua totale inefficacia nel contrasto agli abusi, oltre all’assoluta mancanza di conoscenza della situazione reale da parte di chi l’ha istituita”.