Torino e Bolzano, nuove intese per nuovi diritti

17/04/2015

È stato siglato a Torino un accordo innovativo che riconosce pari diritti e dignità alle coppie di fatto.
L’azienda, di 280 dipendenti, con sede a Torino, Milano, Genova, Alessandria e Novara, ha definito con la Filcams Cgil di Torino un accordo che concede un contributo di 500 euro lordi per i dipendenti che hanno a carico figli con gravi disabilità, permessi retribuiti in caso di malattia dei figli, una settimana di congedo per le coppie di fatto indipendentemente dal genere.
Un passo importante, un forte segnale di rispetto verso le persone che lavorano, che sottolinea come la contrattazione possa esplorare nuove frontiere anche in periodi di contrazione economica. Nel mese di febbraio a Bolzano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno firmato un protocollo di intesa con ArciGay Centaurus dell’Alto Adige: al centro le buone pratiche da perseguire nei luoghi di lavoro per tutelare i diritti di gay, lesbiche e transessuali.

“Sono segnali incoraggianti sul piano culturale prima che sindacale soprattutto se comparati all’immobilismo del Governo in materia di diritti per le coppie di fatto, welfare e omofobia” dichiara il responsabile nazionale delle pari opportunità Cristian Sesena. “La Filcams Cgil confermandosi  all’avanguardia nella contrattazione di genere,  è decisa a perseguire gli obbiettivi che si è data all’ultimo congresso e sintetizzati nell’ordine del giorno in materia di promozione e diffusione di una vera e propria “cultura della diversità”.

Obbiettivi sindacali, ma ancor prima sociali, quelli della più grande categoria della Cgil che con questi accordi ribadisce la sua volontà di essere sindacato di rappresentanza di tutti e per tutti.