Terziario Avanzato, a Berlino una conferenza internazionale sul settore

21/01/2017
Berlino_big

Dal 17 al 19 gennaio si è tenuta a Berlino una Conference interamente dedicata al futuro del Terziario Avanzato e del nuovo mondo del lavoro, organizzata da Uniglobal Union, la Federazione internazionale del commercio e dei Servizi, cui Filcams Cgil è affiliata.

Si è trattato di una tre giorni di seminari di approfondimento e workshop, durante i quali il Sindacato tutto, europeo ed internazionale, si è interrogato sulle evoluzioni (o involuzioni) che si stanno manifestando nel ICT, talvolta con rappresentazioni che farebbero impallidire Philip Dick, il famoso autore di fantascienza.

Il futuro è già in corso di svolgimento: Social, Mobile, analytics, Cloud, Stampa 3D, Biotech e Nanotechnology sono una realtà che sta guidando anche la rivoluzione nel mondo dei cosiddetti lavoratori digitali.

Le ricerche analizzate, palesano una nuova economia industriale caratterizzata dalla frammentazione della catena del valore. Un’economia all’insegna dei low cost aziendali, risultato di una finanziarizzazione estrema e dell’applicazione di modelli organizzativi aziendali Ultra Lean (ultra snelli).
I problemi che emergono sono quelli di un mercato dove i grandi attori imprenditoriali si suddividono tra Stati Uniti e Cina, in un regime di oligopolio dove il potere contrattuale dei lavoratori ne risulta estremamente frammentato.
La protezione dei dati personali, il controllo sociale di queste multinazionali, il problema della tassazione dei loro redditi di impresa, pongono un’altra serie di complessi interrogativi.
Tutto a discapito di lavoratrici e lavoratori e l’emersione di una nuova classe sociale, quella che nelle dibattiti berlinesi è stata etichettata dagli esperti come il “Real Geek Proletariato”.

Il prof. Charles Heckscher, accademico dell’Università di Harvard, ha posto l’accento sull’epoca di trasformazione che sta vivendo il mercato del lavoro e con esso il Sindacato, illustrando su come sia già mutato ad esempio il concetto di solidarietà tra i lavoratori.

“L’accelerazione spinta che sta avendo la GIG economy pone in questione anche il ruolo che il Pubblico dovrebbe avere all’interno del panorama digitale”, dichiara Massimo Mensi, rappresentante della Filcams Cgil nazionale. “Panorama che porta con sé inevitabilmente nuovi scenari per il Sindacato, che, come dimostrano i dibattiti di queste giornate, è tutt’altro che un vecchio pezzo del Novecento, come alcuni vorrebbero dipingere”.