Terni. Sindacati soddisfatti per accordo istituti vigilanza

10/11/2003


UMBRIA – sabato 8 novembre 2003

      TERNI — Sindacati soddisfatti per accordo istituti vigilanza

      TERNI — Sindacati soddisfatti per l’accordo raggiunto e firmato alla direzione provinciale del lavoro, per i quattro istituti di vigilanza (nella foto una guardia giurata) che operano sul territorio. A siglare il contratto sono state la Filcams-Cgil, la Fisascat-Cisl, la Uiltucs-Uil e l’Ugl. L’intesa è stata raggiunta anche sui buoni mensa che attualmente prevedono una corresponsione di 1,29 euro giornaliere e che sono stati aumentati a 3,80 euro, oltre che sul costo che ogni istituto di vigilanza avrà per ogni lavoratore. L’accordo prevede 21 euro a dipendente. «In totale — afferma Paolo Del Caro segretario della Filcams-Cgil ad ogni unità lavorativa entreranno 60 euro in più mensili. La cifra pattuita prevede l’indennità che entrerà nelle tasche dei vigili giurati e i costi per il titolare dell’istituto. E’ stato un grande risultato quello che abbiamo raggiunto. Uno dei pochi che si siglano in Italia. La situazione degli istituti di vigilanza sul territorio fino al raggiungimento dell’intesa era abbastanza difficile. C’erano per ogni realtà differenze di trattamento. E c’era bisogno, di portare tutti allo stesso livello». La cifra concordata dei 21 euro, a detta dei sindacati, al di sotto della quale non si può andare, è una prima conquista per contrastare la corsa agli appalti selvaggi che sono una vera minaccia anche per questa realtà. «Così — prosegue Del Caro — si ostacola chi vuole aprire istituti di vigilanza a basso costo». Il contratto integrativo interesserà 180 lavoratori. «L’aumento dei buoni mensa — ha detto Maurizio Maurini segretario della Uiltucs-Uil — scatterà dal prossimo primo dicembre e verrà portato a 2,50. Dal gennaio 2005 verrà corrisposto a ogni lavoratore 3,80 euro».
      Ale.Con.