“Terme” Ad Abano e Montegrotto sono ritornati i tedeschi

26/09/2005
    domenica 25 settembre 2005

      TURISMO/Terme – pagina 11

      VENETO

      Ad Abano e Montegrotto
      sono ritornati i tedeschi

        CLAUDIO PASQUALETTO

        Le Terme euganee, dopo un paio d’anni difficili, cominciano a vedere qualche segnale positivo. Nei primi sette mesi dell’anno fra Abano e Montegrotto ( Padova) gli arrivi sono aumentati del 2,44% mentre le presenze hanno registrato una flessione del 4,07%; bene gli italiani, in crescita come arrivi dell’ 8,9% ma cedono sulle presenze lo 0,7%; la nota più incoraggiante viene dagli stranieri. Si sono rivisti i tedeschi, da sempre i clienti più fedeli delle Terme euganee, che hanno fatto registrare un + 9,46% di arrivi e + 4,71 di presenze.

        «Il bilancio dell’annata si potrà fare solo fra un paio di mesi — commenta Stefan Marchioro, direttore di Turismo Padova Terme — visto che il periodo migliore è quello fra settembre ed ottobre ma qualche buon segnale indubbiamente c’è. Stiamo assistendo a un fenomeno che è esattamente l’opposto di quanto solitamente accadeva. Oggi, infatti, soprattutto per la clientela italiana sono i centri di wellness e le beauty farm ad aprire la strada alle cure termali, mentre in passato avveniva il contrario» .

          «Il rilancio del comparto termale euganeo — conferma Giulia Zanettin, presidente della sezione terme e turismo di Unindustria Padova — si deve basare sul riposizionamento del prodotto benessere termale, su un marketing aggressivo e sul marchio di qualità del termalismo. Occorre far conoscere il valore sanitario, e gli studi scientifici che lo confermano, della nostra proposta rispetto alla confusa massa di offerte oggi sul mercato » . E se Abano e Montegrotto rivendicano la loro specificità, nel resto del Nord Est l’abbinata termalismo benessere è vincente. Come a Bibione, dove le terme hanno dato nuovo vigore all’offerta della spiaggia, così come a Grado, ma la situazione è analoga in montagna. L’Alto Adige ormai è una sorta di paradiso per chi abbina vacanza a cura del corpo e l’apertura delle Terme di Valgranda (Belluno), sta rilanciando l’intero comprensorio dell’Alto Comelico.