Termali protestano al giro

13/05/2011

Durante il passaggio della carovana sit-in dei lavoratori che temono il licenziamento

FIUGGI – Sit-in di protesta dei termali al Giro d`Italia. Gli operai delle -terme protestano contro il mancato accordo sindacale e il rischio di licenziamento. Nella giornata di ieri, approfittando della grande rilevanza data alla cittadina termale in occasione della tappa del Giro d`Italia, hanno fatto sentire la loro voce protestando in maniera composta e silenziosa. «La protesta – hanno spiegato gli operai termali – è un` azione conforme che vede interessate Cgil, Cisl e Uil. La nostra protesta è per attirare l`attenzione dei media e delle istituzioni sembrano ignorare del tutto. Il nostro è un problema vero e molto grave, con una vertenza, che si trascina da anni. Il mancato accordo sindacale consentirà
allo stato attuale la rottura dei vincoli contrattuali a partire dal prossimo mese di ottobre. Infatti se non si riuscirà a sottoscrivere`al più presto l`accordo del 2008, slittato poi al 2009, tutti noi operai termali rischiamo il licenziamento. Dopo tante controversie siamo riusciti ad ottenere un incontro in programma per il 7 giugno alla Regione Lazio, ma siamo in ritardo perché già ci si ritrova in aperta stagione termale.
Il nostro timore – hanno aggiunto – è che se tale incontro fosse. rimandato ulteriormente si arriverebbe al mese di ottobre e lo spettro del licenziamento prenderebbe sempre più consistenza. Quindi noi tutti uniformi e compatti chiediamo alle istituzioni regionali la possibilità di anticipare tale incontro in maniera da renderci conto nell`immediato, – di quale strada prendere e come agire, di conseguenza». Insomma la città protagonista della corsa in rosa ha mostrato le problematiche inerenti all` occupazione dei dipendenti termali. La speranza adesso è riposta nella sensibilità del presidente della Regione Lazio Renata Polveriai ad una ,eventuale anticipazione della d a t a delFincoritro. I lavoratori sonooltre 168 e per la città termale rappresentano un enorme indotto economico.