“Telecom” Così gli spioni costruivano i dossier

26/09/2006

    marted� 26 settembre 2006

    Pagina 7 – Economia

      Gli investigatori assoldati dalla Security confezionavano le schede con informazioni chieste a negozianti e vicini

        Cos� gli spioni costruivano i dossier

          Dati anagrafici e patrimoniali, ma anche foto di case e citofoni

          WALTER GALBIATI
          ORIANA LISO

            MILANO – Per essere articolati e ricchi di dettagli, questo � certo, lo erano. Tanto completi da riportare persino le fotografie delle targhe sui citofoni delle persone spiate, vedute da ogni possibile angolazione di palazzi e capannoni, annotazioni sulle ditte chiuse per ferie con tanto di attivit� di intelligence (chiedendo informazioni al vicino distributore di benzina) sulla possibile data di riapertura della ditta. Centinaia di dossier dai nomi pi� fantasiosi dentro i quali la rete di 007 privati sul libro paga di Emanuele Cipriani – su commissione dei settori Security di Telecom e Pirelli, ma anche di ancora ignoti mittenti – faceva convergere di tutto: informazioni carpite abusivamente presso gli archivi di polizia, dati dell�Inps, cos� come semplici osservazioni sugli orari di uscita, la mattina, dei soggetti pedinati. Senza dimenticare, come la buona tradizione insegna, il ruolo di portinai e vicini di casa, da avvicinare e spremere. Di un commercialista torinese c�� un book fotografico di tutto rispetto: la targa di ottone sul suo portone � ripresa dal basso, dall�alto, di lato. Per ogni evenienza, sulle schede la nota finale specifica: �restiamo disponibili a fornirvi idonea ulteriore certificazione�. Un variegato minestrone di date, numeri, conti, cariche societarie che fruttava un bel po� di soldi a Cipriani e a tutti quei pubblici ufficiali che – in barba alla legge – passavano dati sensibili all�agenzia fiorentina Polis d�Istinto e, di conseguenza, a chi pagava le profumate parcelle dell�investigatore privato. Ma a che servivano tutti quei dettagli? Scorrendo le pagine delle varie operazioni non sempre � facile capirlo.

            Garden, Little Country, Cestino e via di fantasia. Tra i tanti nomi spiati c�� lui, l�ex funzionario della Banca del Gottardo che avrebbe cercato di ricattare i vertici Pirelli. Il "check info" su Alberto Romagnolo parte nell�agosto del 2003: in una trentina di pagine si ricostruisce ogni suo movimento. Ci sono i nomi delle societ� di cui � amministratore o socio e gli accertamenti patrimoniali sul suo reddito. Ci sono le note sui fallimenti (negative), sui movimenti immobiliari pregiudizievoli (negative anche queste). C�� una nota dalla sintassi zoppicante che specifica: �Presso la sua residenza di Torino non sono state reperite persone utili all�attivit� informativa, priva tra l�altro di portineria�. E poco dopo una frase in corsivo: �Presso gli enti preposti al controllo del territorio non sono emerse note negative a carico dello stesso�. Poliziotti che abusivamente controllavano i terminali delle questure per trovare eventuali precedenti? L�ipotesi, visto il numero di arrestati tra le forze dell�ordine, � molto probabile. La scheda personale di un altro degli spiati, infatti, specifica: �In via strettamente riservata e confidenziale sono stati verificati eventuali pregiudizievoli d�autorit� a carico del …� e, di seguito, sono indicate multe e violazioni, ma anche un omicidio colposo di cui � stato responsabile.

              Ma sempre tornando al Romagnolo: l�investigatore privato incaricato di pedinare le sue mosse � zelante tanto da annotare in quattro pagine fitte fitte, tutti i suoi movimenti e le persone che incontra nel giro di tre giorni. Su quelle stesse persone, poi, vengono svolti gli accertamenti gi� riportati su Romagnolo, allargando, come la tela di un ragno, la sfera di indagini pi� o meno legali. Tutti dati riportati in un report intestato "Premessa/obiettivo" che, a fine pagina, spiega (ma neanche tanto): �l�attivit� di analisi � stata improntata al fine di poter stilare un profilo valutativo preliminare dei soggetti (persone fisiche e giuridiche) sopraindicati�.