Taxi: ancora contro le liberalizzazioni

08/05/2007
    martedì 8 maggio 2007

    Pagina 42 – Economia

      LA PROTESTA

      Ancora una contestazione contro le liberalizzazioni

        Oggi sciopero dei taxi
        in Italia ferme 25mila auto

          ROMA – Taxi fermi oggi nelle maggiori città italiane con forti disagi fino a tarda sera.

          È stato infatti confermato, con modalità diverse da città a città, il blocco del servizio che riguarda almeno 25 mila auto pubbliche. Nel mirino ci sono infatti le norme sulle liberalizzazioni del pacchetto Bersani che colpirebbero, secondo i tassisti, tutta la categoria.

          «L´azione di protesta – afferma Ciro Langella, presidente di Taxi Italiano – è destinata ad intensificarsi: la categoria lamenta infatti la mancata convocazione da parte del governo su un provvedimento contraddittorio che sembra avere un solo obiettivo, quello di destrutturare l´intero settore dei servizi di mobilità individuale, senza affrontare i veri problemi del trasporto pubblico. La tensione crescente della categoria – conclude Langella – è destinata a raggiungere il suo acme in concomitanza con la discussione e il voto finale sul provvedimento, previsto alla Camera entro la fine del mese».

          Sempre oggi a Roma, dalle 8 alle 14, si svolgerà una manifestazione indetta dalle organizzazioni sindacali dei tassisti, in occasione dello sciopero. Il corteo si muoverà da piazza della Repubblica e raggiungerà piazza Santi Apostoli, dove avrà luogo un presidio dei manifestanti provenienti da varie città, e che si protrarrà fino alle ore 20.