Tag Archives: Obiettivo Lavoro

Roma, 23 dicembre 2016

Testo Unitario

Il 14 dicembre scorso si è tenuto l’incontro con il Gruppo Randstad finalizzato ad avviare il confronto relativo all’armonizzazione derivata dalle operazione di fusione con quattro aziende del Gruppo Obiettivo Lavoro, Obiettivo Lavoro S.p.A., Obiettivo Lavoro Politiche Attive S.r.l., Obiettivo Lavoro Formazione S.r.l. e Obiettivo Lavoro Group S.r.l..
In apertura dell’incontro, come OO.SS. abbiamo ribadito che la parte inerente alla rappresentanza sindacale era un elemento portante e che non era contemplata nella bozza della proposta aziendale per un eventuale accordo di armonizzazione dei trattamenti dei lavoratori provenienti dalle società del Gruppo Obiettivo Lavoro, consegnata in occasione del precedente incontro tenutosi il giorno 1 dicembre 2016.
Abbiamo sottolineato che il sistema di rappresentanza sindacale era frutto di anni di contrattazione con Obiettivo Lavoro e che era inaccettabile che Randastad non tenesse conto di ciò, chiedendoci, di fatto, di cancellare un modello che teneva presente della specificità del settore.
Tale condizione è sancita dal Contratto Integrativo Aziendale e, se pur in presenza di disdetta comunicata il 29 settembre 2016, solo una nuova contrattazione di secondo livello poteva essere il mezzo con il quale confrontarsi al fine di capire se con il nuovo assetto societario determinato dalle fusioni continuava ad essere rispondente o bisognava riadattarlo. Principio, tra l’altro sancito nella stessa comunicazione di disdetta.
Inoltre abbiamo ribadito che la natura della disdetta del Contratto Integrativo Aziendale di Obiettivo Lavoro, così come previsto dall’intesa, prevede il principio di ultra vigenza, pertanto continua ad avere i suoi effetti fino alla sottoscrizione di un nuovo accordo.
Il Gruppo Randstad ha di fatto respinto la nostra richiesta, e per tale ragione la delegazione sindacale non ha sottoscritto alcun accordo di armonizzazione.
Vista la condizione nella quale ci troviamo, come strutture Nazionali stiamo facendo tutte le verifiche legali e giuridiche per avviare un percorso che restituisca alle/ai centinaia di lavoratrici e lavoratori la giusta rappresentanza conquistata nel tempo attraverso una buona contrattazione.
Rappresentanza che la multinazionale olandese Randstad vuole cancellare.

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente informati non appena saranno terminate le propedeutiche verifiche.

                          p. la Filcams Cgil Nazionale
                          Sandro Pagaria