Tag Archives: Metro Italia

Lista partecipanti: Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Italia, Olanda, Romania, Spagna, Turchia, Vietnam, Vasile Gogescu, presidente Trade Union of Commerce, Romania, Carmen Popa, Metro HR, Romania, Mathias Bolton; Uni Global Union

All’ordine del giorno la vendita da parte di Metro di Real a Auchan e la situazione corrente in Romania e le possibili soluzioni per affrontare similari eventi in altri paesi dell’unione. Negoziazione e situazione generale nei Paesi in cui è presente Metro. Stato dell’ arte sull’ Accordo Europeo e Mondiale tra Alleanza e Metro. Presentazione di Peter Wiesennekker dell’andamento globale Metro, anno fiscale Gennaio/Settembre 2013. Discussione e domande a Peter Wiesenekker e a Joanne Sibson delle problematiche emerse dalla discussione tra i vari Paesi presenti.

Dati personale occupato Metro 2012: circa 20.000 dipendenti nel 75% dei Paesi del Mondo, 46% Metro C&C, 36% Real, 20% Saturn. A livello globale è diminuito il n. dei dipendenti in forza al gruppo, nonostante il fatturato totale registri un incremento dell1% (dato soprattutto dalla vendita on-line) con un Ebit di 706 milioni di Euro e un fatturato di 46 miliardi di Euro

Gli obiettivi aziendali: Sviluppo delle risorse interne e coinvolgimento dei dipendenti per fidelizzarli all’azienda, si lavora sui ruoli apicali,Concentrazione sul cliente, Focalizzazione del businnes, Delivery in continuo sviluppo (in alcuni Paesi è iniziato come servizio centralizzato nei negozi, poi è diventato servizio esternalizzato della compagnia, es. Coca Cola; in alcuni Paesi in Metro la logistica merci è già fuori dai magazzini)

Problematiche comuni tra i Paesi presenti: Difficoltà nel dialogo sociale e nella negoziazione con la DRU, presenza di sindacati di comodo. Difficoltà o negazione dei diritti d’informazione alle OOSS e ai delegati sindacali presenti nei punti vendita. Grande preoccupazione per ristrutturazioni, chiusure e procedure di licenziamenti collettivi, coinvolgimento del sindacato e ricollocamento del personale. Tutti i Paesi segnalano difficoltà a livello occupazionale per le donne e i giovani, salario

Accordo Globale e Accordo Europeo: richiesta di chiarimenti sul perché Metro non vuole sottoscrivere l’accordo con Uni Alleance per il contratto Europeo, riconoscendole solo un ruolo di facilitatore e invece lo vuole come partecipante all’ Accordo Globale

ITALIA: Dopo una presentazione generale sul nostro sindacato di appartenenza, della presenza di Metro in Italia, dal 1972 con 48 punti vendita ed un occupazione di circa 4000 dipendenti, Contesto in cui si colloca, CCNL di riferimento, Contratto Integrativo Aziendale(CIA) dell’indice di sindacalizzazione e della capacità di mobilitazione, siamo entrati nel vivo della realtà in cui ci troviamo oggi, un avvio di procedura di licenziamento collettivo (7 Ottobre p.v dovuto ad un nuovo riposizionamento di Metro sul mercato con il progetto internazionale Butterfly 2015) che coinvolge circa 260 persone in 17 punti vendita con un incidenza del 5% a livello nazionale, sottolineando l’elemento di differenza delle altre procedure avvenute in passato che vede l’azienda dichiarare la non disponibilità all’utilizzo di ammortizzatori sociali più utilizzati (cassaintegrazione a rotazione e solidarietà).

Peter Wiesenekker dichiara di non essere a conoscenza della procedura di licenziamento collegata al progetto Butterfly e che non gli risulta vi sia un progetto internazionale con questo nome, non è detto che sia una strategia aggiuntiva del Board Italiano; che è contento dell’opportunità di questo confronto perché gli da modo di capire che interpretazioni stanno danno i paesi alle indicazioni che vengono date.
Verrà inviata copia di procedura di mobilità a Peter e Mathias per capire se non potesse essere valutato un modo differente per aprire il confronto negoziale e cercare insieme le migliori soluzioni nelle procedure di licenziamento per la sostenibilità dell’azienda ma anche della vita dei nostri lavoratori. Aspettiamo ritorno

Salute e sicurezza, Pari Opportunità: E’ stato segnalato il mancato rispetto di quanto contrattualmente previsto nel CIA Metro in merito agli incontri con le commissioni che nel caso della ex Commissione Pari opportunità, oggi Commissione Azioni Positive nonostante i solleciti non s’incontra dal 2009 e la Commissione Salute e Sicurezza istituita nel Novemre 2012 non si è ancora mai incontrata. Forse la DRU Metro Italia è meno sensibile rispetto la precedente a queste tematiche.

Si è Costituito Esecutivo Alleanza con 7 membri: Italy Roberto Cappellieri, Francia Gerald Reinosa, Germania Steinbach Dieter, Romania Gina Moise, Spagna Gines Lopez Franco, Belgio Dolores Godfroid, Belgio Beyne Dirk ( Verdi), Turchia. Pur ritenendo importante la conoscenza della lingua inglese come lingua comune da utilizzare negli incontri dell’esecutivo, si è condiviso che elemento prioritario per l’Alleanza Globale Metro sia essere un delegato sindacale di riconosciute competenze e di grande rappresentatività nello stato di appartenenza.

Considerazioni: Ritengo l’esperienza Internazionale un concentrato di emozioni e un arricchimento personale e sindacale importante. Scoprire modi di organizzare le riunioni diversamente da quelle conosciute attraverso la bravura e la simpatia di Mathias, il dibattito e confronto anche autocritico e trasparente, finalizzato alla raccolta non solo delle problematiche ma anche delle possibili soluzioni, la possibilità d’interagire direttamente con i vertici aziendali, lo scambio di nozioni contrattuali oltre che culturali, la scoperta di saper lavorare e comunicare nonostante le difficoltà legate alla lingua, sono state un opportunità che conserverò gelosamente.

A cura di Cinzia Pinton