Tag Archives: IED-ISTITUTO-EUROPEO-DI-DESIGN

Roma, 20-12-2017

TESTO UNITARIO

si è svolto il 19 dicembre, a Milano, presso la sede aziendale, l’incontro previsto tra Filcams-Fisascat-Uiltucs, le rispettive RSA e la società in oggetto, che ha portato alla sottoscrizione dell’ipotesi di accordo che decorrerà dal 1 gennaio 2018 e sarà valido per tre anni. L’ipotesi, a partire dal 20 dicembre sarà presentata alle assemblee dei lavoratori delle diverse sedi. IED Spa è una importante università privata, è ha sedi a Milano, Roma, Firenze, Cagliari, Venezia, Como, Barcellona, Madrid, São Paulo, Rio De Janeiro, Pechino e Shangai. Ha complessivamente 13.000 studenti iscritti, 1.800 docenti, e 500 dipendenti; Come scritto in premessa del documento, si tratta di un’azienda fortemente impegnata nei processi di innovazione che supportano la competitività aziendale. In questo contesto il CIA si propone come strumento guida nelle relazioni tra lavoratori, lavoratrici e azienda; lo stesso riconosce l’importanza della contrattazione territoriale quale strumento adatto a cogliere le peculiarità e potenzialità che proprio i territori possono esprimere valorizzando le possibilità di scambio nazione e internazionale tipici di questa realtà. La trattativa ha perseguito l’obiettivo di valorizzare un approccio al lavoro con contenuti innovativi che possano favorire la creatività, la qualità e il benessere dei lavoratori, secondo i principi e l’idea
del “total reward”. Nel merito, l’accordo definisce sistemi di tutela di genere, dando sostegno alle campagne contro la violenza fisica o psicologica che in varie forme colpisce in modo particolarmente grave le donne e interviene rafforzandolo, sull’istituto dei congedi parentali.

Un capitolo è quello dedicato alla responsabilità sociale:

rispetto alle lavoratrici e lavoratori, applicando regole eque e non discriminatorie rispetto
all’ambiente di lavoro, le carriere, la mobilità;
Agli studenti, favorendo lo studio in ambienti sicuri, confortevoli, stimolanti per la creatività e
facilitando gli scambi e le esperienze internazionali;
Alla comunità sociale, favorendo lo sviluppo del sentirsi parte di una comunità che
promuove i principi dello sviluppo sostenibile.

Importante spazio è riconosciuto al tema delle relazioni sindacali: si è definito uno schema che favorisce il confronto tra le parti ai diversi livelli, nazionale e territoriale. Il CIA regola alcuni istituti contrattuali che verranno riconosciuti ed estesi a tutti i lavoratori e lavoratrici: ticket restaurant, il sistema premiante (fin’ora riconosciuti ad-personam e solo alle qualifiche apicali), proseguendo, ripresa della contrattazione sui livelli di inquadramento, sul l’organizzazione del lavoro, le trasferte
(che saranno meglio definite in uno specifico regolamento aziendale, a sua volta oggetto di confronto con le RSA). Migliora anche il sistema delle agibilità sindacali, col riconoscimento del ruolo fondamentale del livello decentrato nell’ambito delle trattative su materie come l’orario di lavoro, le flessibilità, lo smart working, la formazione.

Il sistema premiante: si pone l’obiettivo di collegare la crescita individuale, economica e professionale del personale ai risultati delle attività accademiche, legandole ai risultati di qualità (smart working) e di produttività ((MOL /VA). L’aspetto fondamentale dell’intesa sta nella modalità dell’individuazione degli obiettivi; questi devono essere definiti attraverso l’informazione ed il confronto tra le parti che entro il primo trimestre di ogni anno dovrà produrre il documento di condivisione, con la scelta degli indicatori che consentano la fruizione del premio a tutte le strutture, individuando le aree operative ed i contesti operativi. L’incontro è stato anche l’occasione per la presentazione del sistema per la gestione del premio di risultato, per la sua fruizione sarà infatti possibile optare per l’accredito diretto della somma
maturata, ovvero la fruizione attraverso il sistema del welfare contrattuale, così come definito dal Quadro normativo fiscale e previdenziale, che gode il vantaggio della detassazione completa. Per i dettagli invitiamo le strutture interessate alla lettura del testo dell’ipotesi di accordo sottoscritto unitamente alle Rappresentanze Sindacali Aziendali dei diversi siti e che avranno modo nei prossimi giorni di valutarlo nelle assemblee già convocate.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Vanessa Caccerini