Tag Archives: Delta Lingerie

Roma, 22 ottobre 2010

Testo Unitario

Il 20 ottobre 2010 presso la sede della Confcommercio di Milano si è svolto il secondo incontro nell’ambito della trattativa sulla procedura di Mobilità “Delta Lingerie”.

All’incontro erano presenti i rappresentanti aziendali, compresa l’Amministratrice delegata Sig.ra Martine Barrachina.

Nel corso della riunione è stata illustrata la situazione attuale che prevede la chiusura progressiva di tutti i punti vendita.

In questo momento sono chiusi o in chiusura immediata i negozi di Salerno, Roma Via Marconi, Busnago e Giuliano, in provincia di Napoli.

L’azienda ha chiarito che le lavoratrici che operano presso i negozi chiusi, e quelli che verranno chiusi, saranno poste in aspettativa retribuita.

Noi come OO.SS. abbiamo chiesto di conoscere il programma delle chiusure di tutti i negozi in modo da poter informare anticipatamente le lavoratrici. A tale richiesta l’azienda non è in grado di rispondere con precisione essendo in corso la gestione di ogni singolo punto vendita con variabili che non consentono di avere certezza di chiusura dei negozi. In ogni caso il programma si concluderà entro il 31 dicembre 2010 con la chiusura completa della rete di vendita.

L’azienda si è comunque impegnata a informarci tempestivamente delle chiusure in corso.

L’amministratrice delegata ha anche spiegato che si è attivata per verificare opportunità professionali per le ragazze. Queste opportunità possono scaturire nel corso delle fasi di chiusura dei negozi, nel caso di subentro di terzi imprenditori che operano in settori simili a quello della “Delta lingerie”.

Si precisa che i passaggi non sono ascrivibili a cessioni di ramo d’azienda essendo in realtà passaggi di affitto all’interno di dinamiche gestite dai centri commerciali dove sono ubicati i negozi.

Nel merito della gestione degli esuberi è stata dichiarata la disponibilità della direzione di erogare un incentivo all’esodo alle lavoratrici.

Su questo tema noi abbiamo affermato che, pur in una situazione simile, con la liquidazione della società, è importante gestire la mobilità con un incentivo all’esodo che risarcisca le lavoratrici della perdita del posto di lavoro e che la proposta aziendale deve essere elaborata in modo che sia rispettato il principio di equità che tale logica attiva.

Nel corso del prossimo incontro, programmato per il giorno 3 novembre alle ore 12,30 sempre presso la sede della Confcommercio di Milano, l’azienda formulerà la proposta economica da trasmettere alle lavoratrici aggiornando anche la situazione relativa alla chiusura dei singoli punti vendita.

Ribadiamo la necessità di avere informazioni su contatti o iscrizioni delle lavoratrici sul territorio.

p. La Filcams Cgil

Banchieri – Antonelli