Tag Archives: DANKA-OFFICE-IMAGING

VERBALE DI ACCORDO

Addì, 16 giugno 1997, presso l’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Milano,

tra le sottoscritte parti:

• la Società Danka Office Imaging S.p.A. rappresentata dal Dott. Uberto Lurig, dal Sig. Luciano Tango e dal Dott. Giuseppe Cristoferi e con l’assistenza della Dott.ssa Alessandra Ceccotti dell’ Unione

• le OO.SS. Nazionali rappresentate dal Sig. Piero Marconi della Filcams-Cgil, dal Sig. Salvatore Falcone della Fisascat -Cisl e dal Sig. Antonio Vargiu della UILTuCS-UIL

• le OO.SS. Territoriali di Milano rappresentate dal Sig. Francesco Molinari della Filcams-CGIL, il Sig. Gianfranco Valagussa della Fisascat-CISL ed il Sig. Giuseppe Fruggero della Uiltucs Uil

• e il C.d.A.

viene stipulato il presente accordo.

PREMESSA

    1.Le parti si sono incontrate in applicazione del punto 4C dell’accordo 11.12.1996 col quale Danka Office Imaging S.p.A. ha assunto il ramo d’azienda Office Imaging Copy products della Kodak;
    2.La Società ha sottolineato la specificità e la competitività dei mercati nei quali Danka Office Imaging S.p.A. opera; sono state illustrate dalla Azienda le notizie sul mercato, sulla strategia aziendale e sulla situazione competitiva, notizie che fanno parte dell’impegno a informare periodicamente le OO.SS.;
A Situazione Competitiva

La strategia per ottenere questo risultato si basa su dei pilastri fondamentali:

    1.il miglioramento dell’offerta, dell’innovazione del prodotto, dell’ efficienza commerciale e della soddisfazione del consumatore. In questo contesto si inseriscono le seguenti iniziative:

    •l’allargamento della forma di prodotti con l’introduzione da Giugno/Luglio di macchine ad alta affidabilità;

    •la realizzazione di sinergie di vendita con le altre società del Gruppo Danka;
    •la qualificazione e mantenimento/potenziamento dell’organico dei venditori;

• l’orientamento alla Customer Satisfaction come valore globale di tutto il personale Danka O.I. S.p.A. A concreta dimostrazione dell’ultimo assunto l’Azienda ha disposto un investimento eccezionale per il 1997, introducendo il bonus di cui al punto 4g dell’accordo 11.12.1996. Tale bonus, fissato nella misura del 6% sulla retribuzione annua lorda, è incentrato sulla customer satisfaction per il 5%, secondo parametri già espressi, e per l’i % sull’andamento commerciale.

In questo quadro si inseriscono le seguenti azioni:

    •trasformazioni di costi fissi in variabili (affitti invece di immobilizzazioni, acquisti di servizi esterni, outsourcing);
    •riduzioni dei costi di struttura (sedi, strumenti di lavoro, automobili);
    •maggiore efficienza nella gestione del personale e riduzione dei costi ridondanti in linea con i competitors (rapporto uomo/macchine, numero di interventi procapite nell’Assistenza, efficienza dello staff, efficacia degli operatori commerciali).

In particolare, l’Azienda ha illustrato il costo della Danka O.I. e dei competitors, evidenziando differenze sostanziali e non sostenibili, che hanno portato le unità O.I. ad escludere l’assistenza ai prodotti di fascia bassa e a dover cercare comunque un equilibrio anche per la fascia prescelta.

In assenza di misure correttive e di un costo orario significativamente più basso, non esistono presupposti per una espansione dell’offerta e per un buon andamento commerciale, data anche l’incidenza del costo del lavoro sul canone di noleggio (oltre il
60%).

B Situazione Organizzativa

In relazione all’ evoluzione del mercato, alla presenza di macchine da assistere in zone finora non coperte e al decremento di assistenza in zone tradizionali (Roma e Milano, oltre che Napoli e Sicilia), l’Azienda illustra le condizioni organizzative oggettive che hanno reso esuberantì 11 posizioni di assistenza tecnica sulle zone tradizionali, mentre vanno coperte in modo permanente e strutturale almeno 3 zone nuove (VR, FI, TO).

Al momento attuale – per effetto di turn over spontaneo, di misure di sostegno da parte dell’azienda a nuove professionalità, di spostamenti interni – non esistono più esuberi e nello stesso tempo è stata coperta la zona di Firenze. Restano in definitiva da coprire le zone di Torino e Verona.

C Elementi economici integrativi aziendali
    Pur in presenza di una realtà competitiva come quella illustrata al capitolo A, e di una situazione organizzativa da riequilibrare come indicato al capitolo B, le parti confermano che, per quanto non esplicitamente indicato nel presente accordo, restano valide le condizioni economiche globali ai valori attuali. Resta impregiudicata la possibilità di armonizzazione nell’ambito del Gruppo Danka, operante in contesti analoghi, da attuarsi attraverso il confronto con le 00.88..
    Le parti invece convengono di ridefinire come segue gli istituti:
              •1. orari e flessibilità;

            •2. diane, trasferte e tickets;

    che rappresentano elementi indispensabili per realizzare la strategia di cui al capitolo A.

    1. Orari e flessibilità
        L’ articolazione dell’ orario, realizzato dal datore di lavoro armonizzando le istanze del personale con le esigenze dell’azienda, si ispira a criteri di flessibilità nel rispetto del dettato contrattuale.
        L’articolazione attuale settimanale per un totale di 38 ore e mezzo effettive, attraverso l’assorbimento delle corrispondenti ore di permesso annuo, viene confermato. Il totale annuo è quello contrattuale.
        Per il personale di sede e impiegatizio l’orario attuale vene confermato con flessibilità dalle 08.00 alle 09.00 in entrata e dalle 17.00 alle 18.00 in uscita (16.00 – 17.00 al venerdì) con l’intervallo per il pasto di 1 ora.
        Le ore di flessibilità nel limite di un’ ora supplementare al giorno – sono recuperabili nell’ arco del mese, con un riporto massimo mensile di 4 ore al mese successivo.
        Per i tecnici di assistenza, in considerazione della particolarità della loro mansione, viene indicato un orario su due turni:

1° turnodal lunedì al giovedì 8.30 – 17.30
venerdì8.30 – 16.00
2° turnodal lunedì al giovedì 9.30 – 18.30
venerdì9.30 – 17.00

    con un’ora di elasticità in meno o in più al termine della giornata e 1 ora di intervallo per il pasto.
    Al termine della giornata, d’intesa con il dispatcher e/o il supervisore, l’operatore decide di non effettuare l’ultima ora se è inutilizzabile ai fini di un intervento, o di prolungare l’attività dopo le 17.300 le 18.30 se necessario. L’attività oltre 1 ora dopo la fine del turno è considerata straordinario.

    La compensazione tra ore “supplementari” e ore di uscita anticipata rispetto al termine normale del turno avverrà su base mensile.
    Resti di orario a debito o a credito del tecnico verranno portati a nuovo nel mese successivo nella misura max di 4 ore.

I dispatcher seguiranno i 2 turni previsti per l’assistenza tecnica.

    L’ entità e la modalità di recupero dei riporti mensili, aventi carattere sperimentale, saranno sottoposte a verifica entro 6 mesi.

2. Diarie, rimborsi spese e tickets

      1.Rimborsi per trasferte oltre i 30 Km dalla sede di lavoro

I valori diL. 3.800Prima colazione
39.000Pranzo
36200Cena

        sono i valori massimi cui possono arrivare i documenti giustificativi.
        AI lavoratore che non intende usufruire del sistema a piè di lista sopradescritto, e si trova nell’impossibilità di usufruire della mensa aziendale, viene concesso un ticket del valore di L. 10.000 (anche in considerazione della normativa di legge) per il pranzo e la cena.
      2.Per interventi entro i 30 KM. è previsto , se non è possibile usufruire della mensa, il ticket restaurant pari a L. 10.000.
      3.Norma transitoria: per gli operatori in forza alla sottoscrizione del presente accordo, verrà considerato, ad ogni corresponsione del ticket, un importo aggiuntivo fino a L. 12.000 lorde comprensivo di ogni istituto dì legge e di contratto (quali i ratei di 13ma, 14ma, TFR, ecc.).
D Diritti sindacali

In materia di diritti sindacali, trattandosi d’ azienda con propria ragione sociale ed organici in via di definitiva sistemazione, le OO.SS. si impegnano a presentare in tempi ragionevoli un progetto di assetto globale (ore, permessi, rappresentanza)

E Chiarimento a verbale

Le parti convengono che, in attesa di una definizione globale degli istituti aziendali, sia nell’ottica di armonizzazione Danka, sia comunque nell’ottica di un nuovo accordo, il nuovo personale sarà assunto alle condizioni economiche e normative previste dal CCNL, fatto salvo quanto pattuito nel presente accordo aziendale.

Il presente accordo ha decorrenza immediata.

Letto, confermato e sottoscritto.

DANKA OFFICE IMAGING S.P.A.C. d.A.
UNIONE DEL COMMERCIOFILCAMS CGIL
FISASCAT CISL
UILTUCS UIL