Tag Archives: COORDINAMENTI DI SETTORE

Il 16 novembre u. s. si è svolta la riunione delle strutture regionali e territoriali che seguono il settore imprese multiservizi/pulimento.
La riunione aveva lo scopo principale di riorganizzare e riprendere l’attività del Coordinamento Nazionale, come accaduto per gli altri settori della Filcams, e fare un aggiornamento della situazione relativa al comparto Multiservizi/Pulimento.
Per quanto riguarda gli aggiornamenti si è ragionato sul rinnovo del secondo biennio economico del Contratto Nazionale, dato che nei giorni precedenti la riunione avevamo ricevuto risposta dalle Associazioni Datoriali per l’avvio del confronto da noi richiesto.
Come indicato alla riunione del 16 u. s., a cui era presente anche il Segretario Generale, Franco Martini, per la nostra Organizzazione il merito della discussione attiene al rinnovo economico, nonostante nella lettera ricevuta dalle Associazioni Datoriali vi sia l’indicazione a valutare altre ipotesi.
E’ evidente che bisognerà attendere lo svolgimento dell’incontro per comprendere quali proposte verranno dalle controparti e conseguentemente se sarà necessario fare altre riflessioni, che in ogni caso vedranno il coinvolgimento della delegazione presente al tavolo della trattativa.
La composizione della delegazione trattante, che vi è già stata comunicata con apposita circolare, unitamente alla convocazione per il 02.12.2009, è stata predisposta sulla base del precedente rinnovo.
Nel proseguo della riunione si è effettuata una panoramica sull’andamento del settore degli appalti, avviando una prima discussione delle iniziative da intraprendere.
Le valutazioni fatte partono dalle analisi uscite dai convegni della Filcams di Napoli e del TAIIS (Tavolo Interassociativo Imprese dei Servizi), che hanno segnalato difficoltà non necessariamente legate alla crisi ma di modifica delle dinamiche aziendali proprie del settore.
Infatti se fino a due anni fa si registrava una crescita delle dimensioni delle imprese, oggi il fenomeno si sta invertendo, attraverso la presenza anche nei grandi appalti di aziende più piccole con conseguente perdita di rappresentanza delle nostre controparti, inoltre si assiste ad un fenomeno di immersione con ripercussioni molto negative.
Nonostante negli ultimi anni abbiamo fatto passi in avanti nel sistema delle regole riteniamo che i problemi non siano tanto legati alla necessità di cambiare le regole stesse o farne di nuove, ma piuttosto esigerne l’applicabilità, per questo vi è la volontà di proseguire con il lavoro avviato con il TAIIS , ampliando ai temi della direttiva europea sui servizi e della responsabilità solidale.
Un altro aspetto da approfondire e implementare è sicuramente quello di arrivare ad avere un rapporto con le grandi stazioni appaltanti, sia pubbliche che private, prima che preparino i bandi di gara.
Per questi aspetti è importante il buon funzionamento dell’Osservatorio Nazionale, ma riteniamo altrettanto importante farci aiutare dalla Confederazione, perché attraverso un collegamento tra le categorie interessate si possa giungere ad un confronto con le stazioni appaltanti, in questo senso è stato fatto un intervento con la Segreteria della Cgil che si è detta disponibile a valutare come attivarsi per raggiungere tale scopo.
Per tutti gli aspetti e le problematiche del settore fin qui toccati, si è deciso di fare una iniziativa sugli appalti propria della Filcams che costruisca una piattaforma sindacale, quindi con il taglio della contrattazione, rivolta anche alla realtà politica, che veda il coinvolgimento della Confederazione.
Il coordinamento nazionale del settore sarà composto, indicativamente, come di seguito:

VALLE D’AOSTA1
PIEMONTE2
LOMBARDIA3
VENETO 1
TRENTO E BOLZANO2
FRIULI VENEZIA GIULIA 1
EMILIA ROMAGNA3
LIGURIA1
TOSCANA 2
MARCHE 1
UMBRIA1
ABRUZZO1
MOLISE1
LAZIO2
BASILICATA1
PUGLIA2
CAMPANIA2
CALABRIA1
SICILIA1
SARDEGNA1

Come già anticipato, nella comunicazione relativa alla convocazione dell’incontro per il rinnovo economico del CCNL, la composizione del coordinamento ricalca quella definita per la delegazione trattante, ma non avendo la stessa rigidità nel rispettare i limiti numerici, è possibile da parte delle strutture regionali segnalare ulteriori inserimenti per l’eventuale allargamento.
Per quanto riguarda le tematiche da trattare nel coordinamento, oltre alle questioni generali del settore, si è valutata la necessità di approfondire specifici argomenti quali ad esempio: il tema della sicurezza, gli orari, immigrati, ecc. e sviluppare su questi le iniziative che si riterranno opportune. Per rendere più efficace e celere il lavoro, si è pensato di attivare dei gruppi di lavoro per singole materie, per poi sottoporre al coordinamento la definizione finale.
Perché tutto possa funzionare al meglio e per potere coinvolgere anche chi non fa direttamente parte del coordinamento, costruendo una vera e propria rete, si chiede a ciascun territorio di compilare la scheda allegata con i nominativi e i recapiti dei funzionari che seguono specificatamente il settore multiservizi/pulimento.

p. La Filcams – CGIL Nazionale
Elisa Camellini