Tag Archives: CONGEDI PARENTALI

Il 18 giugno 2009 le parti sociali europee CES, BUSINESSEUROPE, UEAPME e CEEP hanno siglato la revisione dell’accordo
quadro sul congedo parentale1 siglato nel 1995.

L’accordo riveduto migliora numerose disposizioni dell’accordo preesistente: aumenta la durata del congedo parentale da tre a quattro mesi,
con relativo rafforzamento del congedo parentale come diritto individuale rendendone una parte interamente non trasferibile; riconosce il ruolo
del reddito per l’esercizio del congedo parentale, benché lasci agli Stati membri la valutazione relativa alla retribuzione legata al congedo
parentale; offre ai lavoratori il diritto di richiedere modalità di lavoro flessibili al ritorno dal congedo parentale; invita gli Stati membri e/o le parti
sociali a fissare termini di preavviso che il lavoratore deve rispettare nell’esercizio del suo diritto al congedo parentale. Si impegna anche a
riconoscere la crescente diversità delle strutture familiari, a promuovere un’equa ripartizione delle responsabilità familiari tra uomini e donne, e
a rispettare, inoltre, la diversità dei provvedimenti intrapresi dagli Stati membri in materia di congedi, strutture di custodia dei bambini e
modalità di lavoro flessibile.
.
Riguardo all’accordo quadro iniziale, la versione riveduta è stata – su richiesta congiunta delle parti firmatarie – incorporata in una
direttiva, segnatamente la direttiva 2010/18/UE dell’8 marzo 2010.

Benché questa direttiva sia, in primo luogo, rivolta agli Stati membri, sia la clausola 8 che il considerando 24 dell’accordo prevedono un ruolo specifico delle parti sociali nell’attuazione, nell’applicazione, nel
monitoraggio e nella valutazione dell’accordo stesso, anche considerando che le parti sociali sono le più qualificate per trovare soluzioni che
rispondano alle esigenze sia dei datori di lavoro che dei lavoratori.

Il presente accordo/direttiva deve essere attuato entro l’8 marzo 2012 al più tardi.

Si allegano:
-il testo della Direttiva 2010/18/UE dell’8 marzo 2010.
-la guida interpretativa della CES che offre un quadro relativo al contenuto dell’accordo, capitolo per capitolo, approfondendo le tematiche principali in gioco discusse durante le negoziazioni, e fornisce, negli allegati, ulteriori informazioni su: giurisprudenza specifica della Corte di giustizia dell’Unione europea (allegato 1); fatti e cifre in materia di congedo parentale e altri sistemi di congedo in Europa (allegati 2 e 3); lista dicontrollo di attuazione (allegato 4), e approfondimenti con ulteriori letture e risorse (allegato 5).