Tag Archives: COMIFAR-DISTRIBUZIONE

Roma 25/10/2018

Lo scorso 24 ottobre è proseguito a Roma il confronto tra le OOSS nazionali e il Coordinamento nazionale delle strutture e delegati con COMIFAR Distribuzione SpA per il rinnovo della contrattazione di secondo livello.
In apertura, il dott. Nicolis ha comunicato la notizia delle dimissioni dell’Ing. Carantani, AD, con decorrenza 31 ottobre; ad interim, il ruolo verrà esercitato temporaneamente da Stephan Herfeld, Board Member del Gruppo Phoenix.
Si è poi proseguito con il confronto su due snodi principali della trattativa.
L’azienda ha riconfermato la propria proposta in ordine alla c.d. "gestione degli sforamenti serali", ovvero in un regime di sperimentalità di dodici mesi, il riconoscimento di un’indennità fissa di 100€/mese per coloro (sia per part time che per o full time indistintamente) che volontariamente si mettano a disposizione per fermarsi, nel turno serale, oltre il normale orario lavorativo in caso di necessità, con un limite massimo di permanenza di due ore.
Il numero di dipendenti da utilizzare per tale servizio, che avrà cadenza bimestrale, sarà definito localmente con le stesse tempistiche previste dal CIA e nel caso di un numero di volontari superiori al fabbisogno, l’azienda garantirà la rotazione degli stessi.
Le ore di lavoro straordinario maturate a tal fine, saranno accantonante in un conto recupero che potrà essere utilizzato entro i due mesi successivi alla maturazione. In caso di mancato smaltimento totale o parziale delle ore di permesso, tali ore verranno monetizzate.
La sperimentazione sarà oggetto di verifica a livello locale e l’azienda propone una cadenza temporale quadrimestrale.
Il personale che si rende volontario, non potrà richiedere ferie e/o ROL in uscita per le settimane previste in turno serale nel bimestre.
L’azienda prioritariamente condivide la necessità del confronto con le OOSS e le rappresentanze sindacali a livello territoriale sul tema dell’Organizzazione del Lavoro e segnatamente all’indennità di cui sopra, dichiara di accettare la richiesta lato sindacale di applicare all’istituto del "Fine Lavori", lo stesso meccanismo dell’accantonamento in banca ore di cui sopra e richiesto in occasione dell’ultimo incontro.
Rispetto al Sistema Premiante l’azienda ha riconfermato la struttura dell’impianto illustrata nel corso della precedente riunione, con la stessa proposta in termini di differenti pesi tra i tre parametri, di cui alla nostra precedente comunicazione, e proponendo la seguente quantificazione monetaria:
- Fiscal Year 1: 1025 € (lordi) + 265 € (lordi) in flexible benefits
- Fiscal Year 2: 1070 € (lordi) + 300 € (lordi) in flexible benefits
- Fiscal Year 3: 1070 € (lordi) + 300 € (lordi) in flexible benefits
Nel caso in cui il/la lavoratore optasse per la conversione in flexibile benefits del premio di risultato,l’azienda attiverebbe un meccanismo di incremento degli importi (che non è stato specificato dettagliatamente).
Le OOSS e il Coordinamento hanno richiesto:
- in ordine all’istituto del "Fine Lavori", la comunicazione delle cause che hanno attivato tale istituto da inviare alle rappresentanze sindacali ex post;
- in ordine all’indennità relativa allo gestione "Sforamento orario serale", un aumento del riconoscimento economico e la riduzione temporale dell’impegno (da due ore a un’ora);
- sul Sistema premiante, la richiesta di approfondimento delle modalità pratiche del nuovo Provider di servizi di welfare e un aumento delle somme massime raggiungibili, con l’applicazione, per tutti i percettori, degli stessi "pesi" dei tre differenti pilastri nella formulazione con il peso maggiore "più vicino al lavoratore" ovvero con 55% Reparto, 33% UD e 12% PBT.
I prossimi appuntamenti per il proseguo del confronto, sono quelli già calendarizzati per il 13 novembre ore 11:00 a Roma e il 4 dicembre ore 11:00 a Milano, cui seguirà specifica conferma.

P.Filcams CGIL Nazionale
Massimo Mensi