Tag Archives: BERNARDI-GROUP

Roma, 27 ottobre 2015

Oggetto: Bernardi in AS e Go Kids in AS 22-10-15

TESTO UNITARIO

si è tenuto in data 22 ottobre 2015 l’incontro con il Commissario Straordinario per le azienda in oggetto; in tale occasione si è proceduto all’esame della situazione, nonché alla redazione degli accordi allegati. Di seguito una sintesi dell’incontro.

Per quanto riguarda la situazione Bernardi l’amministrazione straordinaria è stata prorogata fino al 28 dicembre 2015 ma la situazione dei 23 negozi oggi ancora aperti ( 6 infatti sono già stati chiusi nei mesi scorsi) e che occupano circa 100 lavoratori, mentre altri 90 sono in cassa a zero ore, è molto complicata. Siamo infatti alla terza asta pubblica per tentare la vendita di tutto o di parte dell’attività, ma ancora ad oggi non ci sono concrete possibilità di cessione. La Procedura non esclude la necessità di dover chiudere al pubblico ulteriori negozi per non produrre ulteriori perdite. Abbiamo evidentemente richiesto di essere informati preventivamente di eventuali chiusure, considerando che nessun negozio è redditizio e che dovendo pagare la merce in anticipo anche i rifornimenti a scaffale sono scarsi.

Anche per questo motivo la Procedura ha deciso, già dal maggio 2014, di non pagare i contributi INPS quota azienda, così come il TFR maturato, consapevoli che per la prima voce l’Istituto previdenziale si insinuerà al passivo e quindi non costituisce evasione contributiva, mentre per la seconda voce si dovrà richiedere l’intervento del Fondo di Garanzia.

A questo proposito alcune sedi territoriali dell’INPS stanno creando non pochi problemi per il riconoscimento delle somme sia del fondo di Garanzia che del Fondo di Tesoreria. Abbiamo dato la nostra disponibilità a fissare degli incontro congiunti con la Procedura e con l’inps per risolvere quanto prima la situazione. Dopo la metà di novembre, all’apertura delle buste, capiremo se alcune manifestazioni di interesse che sono state avanzate si concretizzeranno in offerte di acquisto o, in via remota, in eventuali affitti di ramo d’azienda.

Per Go Kids, che occupa alla data odierna 46 dipendenti, dei quali 30 in cassa a zero ore e 16 che lavorano nelle 6 filiali ancora aperte, la questione è ancora più delicata in quanto, se è pur vero che l’amministrazione straordinaria è stata prorogata fino al 29 dicembre 2015, il Giudice potrebbe decidere, alla scadenza del secondo bando di gara prevista per i primi di novembre, qualora non vi fossero concretezze nelle offerte di acquisizione da parte di alcuno, di chiudere anticipatamente l’amministrazione straordinaria e, verosimilmente, andare verso la liquidazione aziendale o il fallimento. Anche in questo caso pertanto attendiamo che il Commissario ci informi sull’andamento dell’asta.

Nel frattempo, non avendo più a disposizione ammortizzatori sociali, a meno che la Procedura non avesse i requisiti per richiedere ulteriori proroghe, ipotesi assai remota, abbiamo sottoscritto i due accordi di mobilità, prima volontaria e successivamente per cessazione di tutte le attività, per dar modo ai lavoratori di poter volontariamente usufruire di ammortizzatori sociali che, fino al 31 dicembre 2015, sono più tutelanti.

p. la Filcams Cgil con Delega Nazionale
Francesco Buonopane