Tag Archives: ANTON-SCHLECKER-GESELLSCHAFT-MBH

COMUNICATO SINDACALE

FILCAMS FISASCAT UILTUCS

Dopo l’acquisizione della rete austriaca dei punti vendita Schlecker, e quindi anche della rete italiana, da parte del fondo di investimento Tap 09, per molti mesi siamo stati rassicurati dai dirigenti aziendali sul futuro dell’azienda.
Sembrava, infatti, che la nuova proprietà prevedesse investimenti al fine di mettere in campo un importante piano di rilancio. Negli ultimi mesi, invece, la situazione è degenerata: il magazzino di Portogruaro è quasi vuoto ed inattivo perché i fornitori non consegnano più merce dati gli importanti crediti che vantano. Di conseguenza anche i punti vendita sono privi di merce e quindi improduttivi ed impossibilitati a produrre alcun fatturato.
Alcuni giorni fa siamo stati contattati dal consulente dell’azienda che, in un incontro informale tenutosi in data 17 maggio, ci ha proposto un piano di ristrutturazione e rilancio che abbiamo ritenuto insufficiente ed incoerente con lo stato di crisi aziendale.
Infatti, si prevedrebbe la chiusura di circa un terzo dei punti vendita con l’accesso alla Cigs per i circa 250 lavoratori ivi occupati, immediata svendita della merce presente nei negozi con sconti del 30% per recuperare liquidità, pagamento del debito verso i fornitori contrattando uno sconto ed una rateizzazione. Pur ritenendo positiva la volontà di ricorrere alla Cigs abbiamo ritenuto insufficiente e non convincente il progetto esposto, che difficilmente sarà in grado di garantire la liquidità necessaria al rilancio dell’azienda. Riteniamo invece che l’unico modo per garantire continuità a Dayli (Schlecker) Italia sia che la proprietà decida di investire in tempi brevi. Abbiamo perciò chiesto di avere garanzie e di incontrare in tempi brevi il nuovo amministratore delegato. L’incontro si terrà il prossimo 24 maggio, alle ore 10.00, a Mestre, con la partecipazione di RSA/RSU e strutture. Nel frattempo, data la criticità della situazione, proclamiamo lo stato di agitazione, riservandoci di decidere, con la delegazione plenaria, le iniziative che riterremo opportune, in seguito all’esito del prossimo incontro.

Roma, 20/05/2013