Tag Archives: ALEA

VERBALE DI ACCORDO

TRA

La Alea S.p.A., con sede in Biella, via Trieste n. 13, presente nella persona del dott. Alberto Norgia giusta procura speciale Notaio Massimo Ghirlanda n. 106587 Rep., assistita dall’Avv. Massimo A. Pintucci del foro di Milano

E

le Organizzazioni sindacali

FILCAMS – CGIL rappresentata dalla Sig.ra Ramona Campari,

FISASCAT – CISL rappresentata dal Sig. Marcello Pasquarella,

UILTuCS – UIL rappresentata dal Sig. Antonio Vargiu,

PREMESSO

- che l’Alea S.p.A., società facente parte del gruppo Ermenegildo Zegna, esercita attività commerciale attraverso la gestione di diversi punti di vendita in tutto il territorio italiano;

- che in presenza di fatti di criminalità purtroppo presenti su tutto il territorio nazionale (furti, rapine ed estorsioni), la società in parola ha manifestato la necessità di installare nei propri punti vendita, sia attuali che futuri, telecamere a circuito chiuso idonee a scoraggiare atti criminosi, con il fine esclusivo di garantire l’incolumità delle persone preposte ai punti vendita e dei beni aziendali;

- che si rende necessaria la procedura prevista dall’art. 4 della Legge 20 maggio 1970 n. 300;

- che, a tal fine, l’Alea S.p.A., assistita dai signori Mario Griariotto, Alberto Norgia, Avv. Massimo Pintucci e dal Dott.Galluccio dell’Unione Industriali di Biella, si incontrava – presso la sede dell’Unione Industriali di Biella – con i delegati provinciali delle OO.SS. i quali manifestavano un assenso di massima.

Ciò premesso, considerata l’estensione territoriale della richiesta di Alea S.p.A.,

le Organizzazioni Sindacali, in assenza di Rappresentanze Sindacali Aziendali, così come rappresentate in epigrafe, considerata la finalità di tale installazione di cui in premessa, esprimono parere favorevole alla installazione di telecamere sia nei punti vendita attuali che in quelli futuri, con onere da parte di Alea S.p.A. di comunicare alle Organizzazioni Sindacali territoriali l’avvenuta installazione delle telecamere, per ogni punto di vendita, sia presente che futuro, consentendo loro la verifica del rispetto di quanto qui convenuto.

Il parere favorevole è condizionato a che con tali apparecchiature non si eserciti il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori e che l’uso delle stesse non sia utile alla determinazione di sanzioni disciplinari.

Si dà atto, pertanto, che è stata esperita a tutti gli effetti la procedura prevista dall’art. 4 Legge 300 del 20.5.1970.

Roma lì, 19 Aprile 2001

Letto, confermato e sottoscritto

Alea S.p.A. OO.SS.