Studi Professionali – Rinnovo CCNL, Approfondimenti

IN TEMA DI SFERA DI APPLICAZIONE

Su questo tema, così come da richiesta nella piattaforma rivendicativa per il rinnovo del CCNL, possiamo dire di aver colto il duplice obiettivo di aver ricompreso nella sfera di applicazione oltre al comparto delle attività professionali non regolamentate dagli Ordini, individuando una quinta Area (Altre Attività Intellettuali) anche gli addetti che esercitano la loro attività con forme d’impiego così detto atipico ( Collaboratori a Progetto – Partite IVA – Tirocini Formativi – e con particolare riferimento ai Praticanti vista l’importanza sai numerica che qualitativa che tale figura riveste nel settore) come si evince “dall’Impegno a Verbale” che attraverso la costituzione di un gruppo di lavoro, stabilisce tempi e modalità per la definizione di linee guida per il riconoscimento di equo compenso e tutele di welfare contrattuale a favore di questi addetti.

IN TEMA DI MODELLO/SITEMA DI RELAZIONI SINDACALI

Su questo tema si riconferma l’attuale e collaudato sistema di relazioni che deriva da un’impostazione concertativa contrapposta a quella che si è tentato di imporre con il così detto “dialogo sociale”.
Tale modello ribadisce tra l’altro, la possibilità di esaminare e definire i nuovi profili professionali facenti parte della quinta Area (“Altre attività professionali”). Sempre su questo tema viene confermata la possibilità di connessione con i siti delle parti sociale e delle strutture paritetiche – bilaterali per la consultazione del CCNL, attraverso l’utilizzo delle attrezzature telematiche delle strutture lavorative.

IN TEMA DI BILATERALITA’

Su questo tema si è definita e inserita nell’articolato contrattuale una modalità di governance per garantire, anche con specifici finanziamenti, il corretto funzionamento delle diverse strutture paritetiche/bilaterali, con il loro ruolo e funzioni, ribadendo così la centralità del CCNL in tema di bilateralità.
Su questo tema inoltre, assume rilevanza il ruolo assegnato al fondo per la formazione continua (Fondo professioni) anche a favore dei lavoratori atipici.

IN TEMA DI WELFARE CONTRATTUALE

Su questo tema si è aumentato, a carico dei datori di lavoro, il contributo destinato alla Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa per implementare le prestazioni a favore di tutti i lavoratori ivi compresi gli atipici.
In questo ambito non va sottaciuto il ruolo dell’Ente bilaterale Nazionale (Ebipro) che tra i suoi compiti assegnati risaltano quelli relativi al finanziamento delle diverse commissioni contrattuali quali: Commissione Paritetica Nazionale – Gruppo di lavoro per le pari Opportunità – Commissione Salute e Sicurezza sul Lavoro – Fondo per il sostegno al reddito in aggiunta a quanto corrisposto dal sistema pubblico – Fondo per il rimborso pari al 50/% di una mensilità a favore dei datori di lavoro, in regola con i versamenti alla bilateralità, che in caso di prolungamento del periodo di comporto previsto per i casi di gravi malattie hanno erogato quanto stabilito agli articoli riferiti alla malattia, ai periodi comporto e di aspettativa non retribuita dal CCNL.

IN TEMA DI SECONDO LIVELLO DI COTRATTAZIONE

Su questo tema mentre se ne è riconfermata l’esigibilità a livello regionale, sono state indicate le materie che potranno essere oggetto della contrattazione. Tra queste particolare rilevanza assume sia la possibilità di richiedere nell’ambito delle piattaforme rivendicative la costituzione dell’Ente Bilaterale Regionale che se costituito vedrà ripartito in ragione della provenienza il 70% del gettito globale, sia la possibilità di costituire rappresentanze sindacali territoriali
Sempre su questo tema allo scopo di incentivare la realizzazione di questo livello di contrattazione è stata istituita una una-tantum denominata “elemento di garanzia”

IN TEMA DI MERCATO DEL LAVORO

Su questo importante e delicato tema nel mentre è stato possibile disciplinare l’Istituto dell’apprendistato, anche con percorsi che prevedano in tempi certi (tre mesi) la possibilità di utilizzare lo strumento dell’apprendistato per i praticanti, non siamo riusciti ad evitare che sia ricompreso tra le forme e le modalità di impiego previste dal CCNL il lavoro intermittente sul quale, a questo livello, viene comunque portata al 30% l’indennità di disponibilità

IN TEMA DI CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE

Su questo tema, così come richiesto in piattaforma, è stata recepita l’esigenza di aggiornare, a distanza di 30 anni, la classificazione alla luce dei processi di trasformazione ed innovazione tecnologica ed organizzativa intervenuti nel settore.
Fatto salvo quanto già definito, il confronto, per individuare nuovi profili, proseguirà con le aree professionali “giuridica “ (avvocati Notai) e “Sanitaria Odontoiatrica” (dentisti e medici di famiglia) nel rispetto dei tempi definiti.
Inoltre in riferimento alla quinta Area “Altre professioni Intellettuali” dovrà essere predisposto un calendario di lavoro per individuare e collocare nei rispettivi livelli di inquadramento tutte quelle figure allo stato non contemplate dalla classificazione generale.

IN TEMA DI TRATTAMENTO ECONOMICO

Su questo tema indipendentemente dai sistemi applicati sulla base di calcolo che è inferiore ad altri settori si è determinato comunque un aumento di 87,50 euro al III° livello riparametrati.
Inoltre si è convenuto di privilegiare un recupero economico in favore dei livelli più bassi, attraverso l’equiparazione del valore degli scatti a quelli del settore terziario. Per questi livelli (V, IV e IVS), gli scatti, la dove maturati producono un incremento pari a 8 euro per ogni scatto.
La decorrenza degli aumenti è il 1 ottobre 2010 conseguentemente nel mese di novembre verrà erogato il 60% degli arretrati delle mensilità precedenti e nel mese di febbraio 2012 il rimanente 40%.

Questi sono i temi che a nostro avviso caratterizzano questo rinnovo che ci ha visto impegnati, in una prima lunga fase a depotenziare e neutralizzare il collegato lavoro che infatti non è presente nel testo sottoscritto unitariamente e nella seconda fase ad attendere i risultati della consultazione delle controparti, che a dimostrazione della portata innovativa di questa conclusione contrattuale, sono state costrette anche loro a misurarsi sul valore dell’innovazione.
Nel restare a disposizione per tutti i necessari chiarimenti e ad impegnarci, la dove richiesto, a partecipare ad iniziative territoriali cogliamo l’occasione per inviare fraterni saluti.