STUDI PROFESSIONALI: FIRMATO CONTRATTO UNICO

26/07/2001

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa

26 luglio 2001

STUDI PROFESSIONALI: FIRMATO CONTRATTO UNICO

E' un contratto che riguarda un milione di impiegati e 250mila studi, un settore economico molto polverizzato (di fatto un titolare e due, tre dipendenti), che rappresenta la rete delle libere professioni nel nostro paese, e che da quest'anno è stato ammesso al tavolo della concertazione governativa.

Per questo settore vitale e in espansione, Filcams Fisascat Uiltucs e le associazioni professionali Confedertecnica, Consilp-Confprofessioni, Cipa hanno firmato, per la prima volta, un contratto unico.

In precedenza i contratti erano tre. Ora resteranno, naturalmente, le distinzioni tra i "tecnici": ingegneri, architetti, rappresentati da Confedertecnica, e gli "amministrativi": commercialisti, consulenti lavoro, e i "sanitari": medici, otondoiatri, rappresentati da Consilp e da Cipa, aree che si ritroveranno in un contenitore contrattuale unico.

Il nuovo contratto ha validità dall'ottobre 1999 all'ottobre 2003 ed è il frutto, discusso a lungo, di un verbale firmato al Cnel nel luglio del '99 che impegnava le parti all'obiettivo del contratto unico nel pieno rispetto del protocollo del '93.

La parte che ora viene licenziata è la parte economica, mentre per ottobre dovrà essere redatta la parte normativa.
Gli aumenti retributivi - dichiarano le parti - recuperano l'inflazione sia reale che programmata per i periodi ottobre 1999 - settembre 2001 e ottobre 2001 - ottobre 2003.

L'aumento per il 4° livello, quello che inquadra la maggioranza dei dipendenti, è di 195mila lire con un primo incremento a ottobre di quest'anno di 97,5mila lire e un secondo incremento di altrettanto a ottobre del prossimo anno.

A settembre di quest'anno sarà erogato un importo "una tantum" di 585mila lire, sempre calcolato al 4° livello, da pagare in proporzione anche ai contratti a tempo parziale e a termine, mentre per gli apprendisti sarà calcolata in percentuale.

Dieci scatti triennali di anzianità saranno riconosciuti dal termine di fine apprendistato. Il valore di uno scatto al 4° livello è di 24mila lire.
Infine, l'assistenza sanitaria integrativa che sarà attivata a favore di tutti i dipendenti con un versamento a totale carico del datore di lavoro.