Studi Professionali

Studi Professionali, esito coordinamento 29/05/2015

Il giorno 29 maggio 2015 si è tenuto presso la sede della Cgil di Bologna , con la partecipazione della segretaria nazionale della Filcams cgil Maria Grazia Gabrielli , il coordinamento nazionale studi professionali. Alla riunione ha partecipato anche il responsabile di Unic@ (associazione di dipendenti studi notarili). Come Filcams Cgil nazionale abbiamo ripercorso le tappe fondamentali che hanno portato alla firma dell’ ipotesi di accordo evidenziato i capitoli di gestione del rinnovo e proposto un progetto organizzativo rivolto sia alle strutture Filcams che alle/ i delegate/ i del settore.

Per quanto concerne la gestione del CCNL si è evidenziata da un lato l’importanza di definire percorsi che diano strumenti ai territori per realizzare la contrattazione di secondo livello e garantire la funzionalità degli sportelli dell’ente bilaterale sul territorio per il sostegno al reddito, dall’altro la delicatezza della definizione/inserimento nel CCNL delle professioni non ordinistiche.

Su questa ultima materia il coordinamento è stato informato della disponibilità di Confprofessioni e di Confassociazioni (professioni non ordinistiche) ad addivenire congiuntamente alle OO.SS ad un protocollo dove completare anche il percorso sulla contrattazione inclusiva che vada oltre a quanto realizzato nel CCNL in materia di welfare contrattuale.

Il coordinamento ha valutato positivamente il progetto organizzativo che prevede :

    -una sessione di formazione rivolta ai quadri e ai delegati sulla conoscenza del settore il CCNL, la bilateralità e la contrattazione di secondo livello;

– la individuazione di referenti regionali del settore ;

– una iniziativa per implementare la esperienza realizzata con il blog impiegatetiscali.org per continuare a sperimentare nuove forme organizzative ;

– la realizzazione di 10 appuntamenti pubblici territoriali con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati anche di livello politico/istituzionale.

E’ stato inoltre condiviso il percorso di gestione del CCNL. E’ emersa anche la necessità di fare del coordinamento nazionale un "laboratorio " che continui ad avere una visione del settore per il futuro e che sia lo strumento di un sempre maggiore coinvolgimento dei quadri Filcams nella gestione del CCNL anche individuando di volta in volta, in riferimento alle materie discusse con le controparti, la composizione della delegazione Filcams Cgil.

Verrà inoltre realizzato e pubblicizzato sul blog e su i siti Filcams un questionario rivolto agli addetti del settore per individuare i capitoli di maggior interesse presenti nell’ultimo rinnovo da utilizzare anche per preparare le iniziative pubbliche nei territori.

Il coordinamento, compatibilmente con gli impegni inerenti alla conferenza di organizzazione, verrà riconvocato prima della pausa estiva.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Danilo Lelli