Stop lavoro nero lungo le spiagge

11/08/2011

Caserta – Nel comparto del`turismo balneare il fenomeno del lavoro stagionale rischia di diventare sinonimo di precarietà se non addirittura di illegalità nel casertano, dove lungo i circa 45 chilometri di litorale si registra un centinaio di strutture ricettive. La Filcams provinciale ha preso le dovute contromisure chiedendo che anche Caserta fosse inserita nella campagna nazionale, avviata dal primo agosto dalla Cgil, denominata «Salvati dal lavoro nero» e che ha già fatto registrare le più importanti adesioni nella costieraromagnola e in Versilia. Subito dopo Ferragosto lamobilitazione. prenderà il via anche sul litorale provinciale come anticipa il segretario provinciale Benedetto Arricale.