Documenti di settore

Stefanel, esito incontro 05/07/2019

Roma, 10 luglio 2019

Testo unitario

Nella giornata del 5 luglio u.s. si è svolto l’incontro sindacale nazionale, da noi richiesto, al fine di avere informazioni ufficiali su quanto sta succedendo alla rete vendita STEFANEL e al suo futuro.

All’incontro era presente un folto gruppo di rappresentanti aziendali capitanati dall“Amministratore Delegato Dott. Ghiselli e consulenti dello studio LabLaw.

Le informazioni formali che abbiamo ricevuto sono le seguenti:

il 5 giugno 2019 il consiglio di amministrazione STEFANEL, in conseguenza di una risposta negativa delle Banche (42 milioni di debiti), ha presentato rinuncia al concordato in bianco ed ha inviato al Tribunale di Treviso e Venezia istanza di Amministrazione Straordinaria. Ciò con l’obiettivo di bloccare i creditori ed il fallimento e trovare soggetti interessati all’eventuale vendita o continuità dell’Azienda.

In un incontro  successivo il Ministero dello Sviluppo Economico, secondo quanto ci è stato detto da STEFANEL, ha dato parere positivo per l’Amministrazione Straordinaria indicando come Amministratore Giudiziario l’avvocato Capiello che è stato nominato dal Tribunale ieri e dovrebbe entro 30 giorni presentare una relazione contenente una descrizione delle cause dell’insolvenza e una valutazione motivata sulla sussistenza di «concrete prospettive di recupero dell’equilibrio economico delle attività imprenditoriali».

Il Tribunale di Venezia – con il parere del Ministero – deciderà l’ammissione dell’impresa ad amministrazione straordinaria. Entro cinque giorni dalla comunicazione del decreto che dichiara aperta l’amministrazione straordinaria, il Ministro (art. 40) nomina con decreto uno o tre commissari straordinari per la gestione l’impresa e l’amministrazione del patrimonio del debito.

Ciò dovrebbe avvenire intorno a metà settembre 2019.

Solo allora come Sindacato potremo chiedere, senza indugio, un incontro ai commissari straordinari per interrogarli sul futuro di Stefanel in particolare della rete vendita e sulla continuazione della Cigs. Per ora fino alla presa in carico dell’Amministratore Giudiziario continua l’attività ordinaria gestita dalla attuale proprietà ma in una sorta di tempo di sospensione in attesa delle decisioni del tribunale di Venezia.

Sarà nostra cura tenervi informati sugli sviluppi futuri.

p. Filcams-CGIL

Margherita Grigolato – Jeff Nonato