Starhotels, TCL, Lilium Ristorazione, esito incontro 20/06/2016

Roma, 22 giugno 2016

Testo unitario

Il 20 giugno a Roma si è tenuto l’incontro nazionale per l’esperimento dell’esame congiunto riguardante l’acquisizione a far data dal 1 luglio 2016 degli alberghi :

· Hotel Helvetia e Bristol Firenze

· Grand Hotel Continental Siena

· Hotel d’Inghilterra Roma

· Hotel Villa Michelangelo Vicenza

di proprietà di TCL SPA, da parte della catena Starhotels.

L’incontro è stato utile anche per definire gli estremi del passaggio, in regime di affitto annunciato in procedura, del ramo Food and Beverage , che avverrà entro i primi dieci giorni di luglio a favore della impresa Lilium Ristorazione Srl.

I lavoratori coinvolti dalla complessa operazione societaria sono 167 che a far data dal 1 luglio e senza soluzione di continuità passeranno alle dipendenze di Starhotels; di questi 69 transiteranno successivamente alle dipendenze della Lilium per effetto di una ulteriore operazione societaria di affittanza.

Starhotels applica il CCNL Turismo Confindustria mentre TCL e Lilium quello Federalberghi Confcommercio.

L’acquirente ha una contratto integrativo aziendale tuttora vigente, l’affittuario applica il solo contratto nazionale, mentre non è stato possibile appurare se gli alberghi oggetto della acquisizione hanno trattamenti in essere derivanti da contrattazione aziendale e/o territoriale.

Starhotels ha annunciato che le figure amministrative attualmente operanti in loco verranno trasferite presso la sede di Firenze. Abbiamo chiesto che prima di procedere in tal senso si attivino tavoli territoriali finalizzati a valutare l’impatto di tale processo riorganizzativo sui lavoratori interessati e eventualmente ad esplorare alternative al trasferimento.

In merito al delicato passaggio della terziarizzazione dei servizi ai piani per due dei quattro alberghi coinvolti, Starhotels ha garantito che ciò avverrà nel rispetto delle procedure e delle regole previste dal CCNL Industria turistica, anticipando come sia sua intenzione applicare agli addetti eventualmente coinvolti il CCNL del Turismo e condizioni di miglior favore già previste per i dipendenti diretti ( ticket restaurant). Come OOSS, ribadendo che debbano essere fatti tutti gli sforzi possibili per evitare l’appalto di servizio, abbiamo comunque indicato, nel rispetto della disciplina contrattuale di riferimento, la sede territoriale come quella idonea ad attivare un confronto di merito.

Nella oggettiva impossibilità di procedere ad una compiuta verifica dei trattamenti economici e delle condizioni normative (ivi compreso il servizio mensa) applicate ai lavoratori di TCL, abbiamo previsto di incontrarci nuovamente l’8 luglio 2016 alle 13 a Firenze per effettuare l’armonizzazione degli stessi rispetto a quanto applicato attualmente in Starhotels.

p. La Segreteria Filcams Cgil Nazionale

Cristian Sesena

Link Correlati
     verbale di accordo 20-06-2016