Starhotels SpA – Esito incontro 23/07/2012

Roma, 25 luglio 2012

Testo Unitario

in data 23 luglio 2012 si è tenuto il previsto incontro di informativa nazionale con la Direzione di Star Hotels. Il 2011 è stato un anno molto positivo che ha visto l’ azienda superare tutti gli obbiettivi di budget del 2010. Ciò si è riverberato positivamente sulle erogazioni del nuovo sistema incentivante definito nell’ Accordo Quadro del 30 dicembre 2011.

Solo quattro alberghi (Terminus Napoli, Gran Milan Saronno, Michelangelo Roma, Cristallo Palace Bergamo) , infatti, non hanno raggiunto appieno tutti i parametri.

I primi 6 mesi del 2012 registrano però un andamento opposto che si auspica possa essere riportato in equilibrio entro la fine dell’anno. Le realtà interessate da ristrutturazione (Napoli e Roma) hanno raggiunto intese locali con la RSA che salvaguardano l’occupazione e l’organizzazione del lavoro, e mirano a concludersi con il rilancio delle strutture in oggetto.

Star Hotels ha poi presentato la propria proposta in merito al parametro qualitativo del premio aziendale.

Dopo aver abbandonato il sistema del mistery guest, ritenuto non esaustivo, l’azienda ha scelto una nuova modalità di misurazione della qualità percepita denominata Market Matrix e che vede l’utilizzo di una società di rilevazione esterna. Ai clienti che rilasciano il proprio consenso, viene somministrato via mail un questionario molto articolato, per testarne il livello di soddisfazione alla fine del soggiorno. Del questionario sola una serie di risposte vengono utilizzate per la determinazione del premio, in quanto più cogenti all’apporto partecipativo dei lavoratori, vedi allegato.

Abbiamo espresso la necessità di una approfondita valutazione perché l’indicatore qualitativo è l’unico svincolato da parametri economici, e pertanto fortemente sentito dai lavoratori che lo vorrebbero, nei fatti, condiviso e partecipato.

Ci siamo riservati di fare una controproposta che comunque non trascuri il non secondario aspetto che l’attuale sistema aziendale comunque già garantisce buoni risultati in termini di raggiungibilità e quindi di erogazione della quota/premio prevista dal CIA.

Dai delegati presenti sono subito emerse osservazioni interessanti quali ad esempio su come sia possibile influire sul contributo dell’apporto dei lavoratori in outsourcing, e critiche ad alcune voci del questionario che risulterebbero non facilmente riconducibili all’attività lavorativa dei dipendenti e al loro impegno in caso di guasti di attrezzature od altro.

Su nostra proposta, l’azienda si è resa disponibile ad un confronto aperto sull’argomento, già accettando la proposta di parte sindacale, di effettuare periodiche riunioni informative con le rappresentanze dei lavoratori, finalizzate al monitoraggio dell’andamento dell’indicatore qualitativo nel corso dell’anno, e ad intervenire congiuntamente per quei parametri non governabili.

Infine sono state poste all’attenzione della direzione alcune criticità emerse nell’erogazione del premio di garanzia, riguardanti il capitolo 8 del CIA ( Nuovi Assunti), che parrebbe per questa voce, essere stato erroneamente condizionato dal criterio della presenza, e la definizione del quantum economico per i part time verticali calcolato in maniera peggiorativa; è stata formulata anche la richiesta limitatamente all’anno 2011, di riconsiderare eventuali mancati raggiungimenti del premio per pochi giorni di assenza derivanti da ferie imposte, che risulterebbero troppo penalizzanti stante anche la novità dei criteri di determinazione del sistema premiante.

La direzione ha espresso apertura ad effettuare tutte le verifiche del caso, a fronte di segnalazioni precise da parte di OOSS Territoriali ed RSA.

Il prossimo incontro si terrà il 27 settembre a Roma con inizio alle ore 15.00.

p. la Filcams Cgil Nazionale

Cristian Sesena