Starhotels, continua piano di crescita

03/06/2004

 

 
 
 
    ItaliaOggi Turismo
    Numero 132, pag. 16 del 3/6/2004
    Autore: di Eduardo Cagnazzi
 
    Starhotels, continua piano di crescita
 
 
    Dopo aver rinnovato a febbraio l’Anderson a Milano e il Terminus a Napoli, Starhotels prosegue nel piano di sviluppo societario: destina oltre 12 milioni di euro (il 10% del fatturato conseguito nel 2003, pari a 125 mln) nel restauro della propria struttura di Venezia (i lavori saranno completati entro il 2006), del Monginevro di Firenze (che sarà pronto entro l’anno e nuovo anche nel nome) e, infine, nella costruzione di un nuovo albergo a Saronno, il Congres Grand Milan. Di quest’ultimo, a vocazione congressuale, Starhotels curerà la sola gestione, differenziando in tale modo il piano di espansione aziendale avviato qualche anno fa dalla famiglia Fabri. ´Si rafforza così il nuovo stile dell’ospitalità easytravel, finalizzato a coniugare tecnologia e facilità nelle comunicazioni e location uniche per sviluppare il segmento business, oggi il 53% del fatturato’, afferma il direttore generale di Starhotels, Elisabetta Fabri.

    Il nuovo Grand Milan sorgerà a soli 250 metri dalla stazione Fs di Saronno (alla quale sarà collegato tramite un lungo portico) e a metà strada tra il capoluogo lombardo e l’aeroporto di Malpensa. È progettato dall’architetto Pietro Battistella. Conterà 287 camere, un centro congressi, tre sale ristoranti per un totale di 540 posti, un’ampia zona fitness e due garage per complessivi 250 posti auto. (riproduzione riservata)