Stabilizzazione LPU/Ferrovie dello Stato – Lettera inviata al Ministero del Welfare 22-03-2005


Roma, 22 marzo 2005

Oggetto:Stabilizzazione
LPU /Ferrovie dello Stato

ØAl Ministero del Welfare

                      On.le Pasquale Viespoli
                      Sottosegretario di Stato

    ØDirezione Generale Rapporti di Lavoro

                          D.ssa Erminia Viggiani
                              Via Fornovo, 8

                            00192 Roma

      Le scriventi Segreterie Nazionali denunciano lo stato di abbandono in cui si trovano i lavoratori di pubblica utilità impegnati nella gestione dei progetti delle Ferrovie dello Stato finalizzati alla stabilizzazione dei lavoratori indicati in oggetto.
      Gli impegni assunti dai rappresentanti di RFI/Spa in occasione degli incontri svoltisi presso codesti Ministeri sono stati totalmente disattesi e le imprese e le cooperative impegnate nella gestione dei progetti, hanno dichiarato lo stato di crisi procedendo alla immediata risoluzione del rapporto di lavoro senza alcuna retribuzione.
      Si coglie l’occasione per sottolineare che i progetti in questione scaturiscono da un protocollo d’intesa sottoscritto il 03 agosto 1998 tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri –Dipartimento della Protezione Civile ed il Ministero dei Trasporti, le Ferrovie dello Stato, il Ministero del Lavoro e Italia lavoro S.p.a..
      Filcams-Fisascat-Uiltucs hanno richiesto a codesto Ministero un incontro urgente con lettera del 02 febbraio 2005, rimasta senza esito.
      In considerazione del particolare stato di disagio e di sofferenza dei lavoratori interessati, le scriventi confermano la richiesta dell’incontro che assume particolare urgenza alla luce delle decisioni autonomamente assunte dalle imprese.
      A sostegno della richiesta le Segreterie Nazionali preannunciano un presidio dei lavoratori interessati in via Fornovo,8, a partire dalle ore 11.00 del 31 marzo 2005.

      Distinti saluti.

      p/la FILCAMS-CGIL p/la FISASCAT-CISL p/la UILTuCS-UIL
      C.Romeo G.Pirulli A.Vargiu