Spending review, per la corte dei Conti parziale insuccesso

19/02/2016

“Il problema non è tanto ridurre la spesa, perché la spesa è stata ridotta in maniera massiccia in Italia, ma è quello di razionalizzare la spesa.” È quanto ha affermato il 18 febbraio il presidente della Corte dei Conti Raffaele Squiteri all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

La spending review, pilastro delle politica economica del governo Renzi, finora è stata un “parziale insuccesso”, con ricadute negative per i servizi a lavoratori e cittadini, secondo Squiteri.
I tagli indiscriminati, senza una vera pianificazione pluriennale lungimirante, hanno avuto forti contraccolpi sui servizi ai cittadini e sui lavoratori.

“Un intervento deciso e significativo da un esponente qualificato e  riconosciuto” Elisa Camellini, segretaria nazionale della Filcams Cgil commenta con soddisfazione l’intervento del Presidente della Corte dei Conti che conferma quanto sostenuto in questi anni dal sindacato.

“La necessità di una razionalizzazione della spesa non è stata messa in discussione” prosegue la segretaria “ma gli interventi messi in campo non sono andati in questa direzione, cosi come sostenuto anche dalla corte dei Conti.”

Secondo Squiteri, infatti il contributo ai tagli non è derivato solo da interventi di efficienza e razionalizzazione, ma “da operazioni assai meno mirate di contrazione, se non di soppressione, di prestazioni rese alla collettività“.