Sorprese in Autogrill

25/01/2006
    mercoledì 25 gennaio 2006

    Pagina 36 – Economia

      AFFARI IN PIAZZA

        Sorprese in Autogrill

          LUCA PAGNI

            A Milanofiori, quartier generale di Autogrill, avevano messo in conto che sarebbe stata una trattativa complicata. E che non sarebbe stato facile battere la concorrenza di agguerriti fondi di investimento per arrivare a un accordo con Compass – il primo gruppo al mondo nella ristorazione veloce – che intende vendere Ssp, società cui fanno riferimento tutte le controllate europee ad eccezione di quelle inglesi.

              Autogrill, che è l´unico player industriale ad aver avanzato la sua disponibilità, è pronta a spendere fino a 1,4 miliardi di euro trattabili. E questo gli ha consentito l´acceso alla data room di Ssp e alla scoperta di una sorta di poison pill in natura: comprando Ssp dovranno accollarsi per cinque anni i servigi di Servita, la controllata svizzera di Compass che fornisce derrate alimentari a tutto il gruppo. Un impiccio superabile ma che potrebbe portare Autogrill a formulare entro breve una prima offerta ufficiale ma non vincolante. Giusto per mettersi al riparo da altre sorprese che potrebbero nascondersi nei conti di Ssp.