SORIN: MODENA, PROCLAMATO STATO AGITAZIONE – FILCAMS CGIL, DOPO MANCATA CORRESPONSIONE RETRIBUZIONI MAGGIO

30/09/2010

30 settembre 2010

Sorin: Modena, proclamato stato agitazione – Filcams Cgil, dopo mancata corresponsione retribuzioni maggio

I lavoratori di Sorin, azienda che produce e vende arredamenti per ufficio con sede in via Virgilio nella zona della fiera di Modena, hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione. Lo annuncia Filcams Cgil, ricordando che "tale decisione e’ stata presa in seguito alla mancata corresponsione delle retribuzioni del mese di maggio 2010 e alle notizie comunicate dalla proprietà ai lavoratori sul futuro incerto dell’azienda".

"L’azienda da febbraio 2010 – afferma la Filcams Cgil di Modena -sta utilizzando ammortizzatori in deroga avviati per affrontare un calo temporaneo delle commesse, calo legato soprattutto al mercato italiano. I 41 lavoratori hanno responsabilmente, sottolinea la Filcams Cigl, dato credito alle promesse aziendali. Sorin ha prodotto un piano di rientro che avrebbe consentito a settembre del 2010 di rientrare dei ritardi dei pagamenti, piano che purtroppo non e’ stato
rispettato".

Filcams Cgil fa notare poi che "al contrario, in questi mesi, nonostante la riduzione del costo del lavoro prodotto
dall’utilizzo della Cigo in deroga, i lavoratori hanno visto incrementare, e non ridurre, fa presente il sindacato, il periodo di ritardo dei pagamenti degli stipendi che ora ammontano a 5 mensilita’ arretrate. La situazione economica dei dipendenti Sorin e’ quindi diventata insostenibile".

"Se le richieste fatte non avranno un concreto e rapido risultato nella direzione richiesta dai lavoratori, verranno valutate – conclude la nota – tutte le iniziative volte a tutelare i diritti dei lavoratori ed a garantire i posti di lavoro nella prosecuzione dell’attività lavorativa".