Sopin, Mancato Accordo mobilità 24/03/1999

Addì 24 marzo 1999, in Roma, presso la Sede dell’Unione degli Industriali di Roma

TRA

La SOC.SOPIN S.P.A., assistita dall’Unione degli Industriali di Roma

E

Le Organizzazioni Sindacali FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS UIL NAZIONALI

In data odierna, è proseguito l’esame congiunto in merito alla procedura di licenziamento collettivo per riduzione di personale ex artt. 4 e 24 L. 223/91 instaurata dall’azienda con lettera dell’11 febbraio 1999, riguardante n. 18 dipendenti, con conseguente collocazione in mobilità, delle Unità produttive di Bergamo, Mantova, Bologna e Ravenna strutturalmente eccedenti rispetto alle esigenze aziendali.

Al termine della riunione, dopo ampio ed approfiondito esame della situazione aziendale, esaminata anche la possibilità di ricorso a misure sociali di accompagnamento, le parti si danno atto dell’impossibilità di raggiungere l’accordo, considerata l’assenza di soluzioni concordate, dandosi nel contempo atto dell’esaurimento della fase procedurale a livello sindacale prevista dal comma 5 del citato art. 4 della Legge n. 223/91, così come modificato dal D.Lgs n. 151/97.

Conseguentemente l’esame congiunto proseguirà presso la sede ministeriale competente.

Letto, confermato e sottoscritto.

p.l’Unione degli Industriali di Roma

p. la Soc.Sopin SpA

p. la Filcams Cgil, la Fisascat Cisl e la Uiltucs Uil Nazionali