Sonepar Italia Nord – esito incontro 1/09/2009

Roma, 2 settembre 2009

TESTO UNITARIO

Oggetto: SONEPAR ITALIA NORD S.P.A. esito incontro 01.09.2009 – Accordi mobilità e CIGS.

Il 1° settembre si sono svolti gli incontri con Sonepar Italia Nord per la chiusura in fase sindacale della procedura di mobilità aperta con lettera del 04/08/2009 e successivamente al Ministero del Lavoro per la Cassa Integrazione Speciale per crisi aziendale chiesta in data 13/07/2009.

Negli incontri l’Azienda ha illustrato la propria situazione economica, che a giugno 2009 conferma un andamento negativo del fatturato con perdite che si attestano intorno al 40% rispetto all’anno precedente, le conseguenti proiezioni dei risultati di luglio e agosto u. s. attestano tale trend.
La procedura di mobilità e di CIGS oggi definite, unitamente alle altre misure di contenimento della spesa già adottate, permettono di ridurre ulteriormente i costi mettendo in sicurezza le unità produttive di Sonepar Italia Nord.

PROCEDURA DI MOBILITA’: l’accordo raggiunto in sede sindacale prevede l’esodo volontario ed incentivato di un numero massimo di 32 dipendenti, indifferentemente dalla filiale di appartenenza.

Le persone interessate all’accesso alla mobilità dovranno sottoscrivere apposito verbale di conciliazione individuale in sede sindacale ai sensi degli artt. 410/411 del c.p.c., dichiarando la non opposizione al licenziamento per ricevere gli incentivi definiti. L’Azienda accoglierà le richieste, in base al punto d) dell’accordo stesso che vi invitiamo a leggere integralmente.

Gli incentivi sono stati definiti, come segue:
€ 4.000,00 netti per i lavoratori in possesso dei requisiti pensionistici;
9 mensilità aggiuntive per chi aderisce alla mobilità entro il 31/10/2009;
6 mensilità aggiuntive per chi aderisce entro il 31/01/2010;
3 mensilità aggiuntive per chi aderisce entro il 31/05/2010, data in cui si chiuderanno i tempi previsti dall’art. 5 della legge 223/91.
Le mensilità di incentivo corrispondono al valore dello stipendio lordo (totale lordo degli elementi generali che costituiscono la retribuzione) risultante da busta paga nel mese antecedente la risoluzione del rapporto di lavoro.

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA: tutti i dipendenti occupati nelle 19 unità operative presenti nel Nord Italia, ad esclusione del personale del magazzino di Padova, saranno interessati dalla Cassa Integrazione a partire dal 07/09/2009 per 12 mesi, per un massimo del 40% delle ore settimanali lavorative a rotazione.

La gestione del programma di rotazioni verrà definito, in base ai contenuti dell’accordo, in un incontro trimestrale da tenersi tra l’Azienda e OO.SS. Territoriali.
Gli incontri si svolgeranno suddivisi per aree, determinate come di seguito:
Area 1 Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna;
Area 2 Lombardia.

Inoltre l’azienda, in tali riunioni, dovrà fornire i dati aggiornati dell’andamento economico aziendale e il consuntivo del ricorso alla Cigs, in modo da verificare l’equa distribuzione trimestrale della cassa tra le lavoratrici ed i lavoratori delle diverse unità produttive.

Per l’unità produttiva di Bergamo, 7 unità impiegatizie (richiamate come esubero strutturale nell’apertura della procedura di mobilità da parte dell’Azienda frutto della fusione precedente), saranno poste in cassa integrazione a zero ore, non essendoci più attive tali mansioni nella sopra citata unità operativa.

Per tutte/i le/i lavoratrici/tori in cassa integrazione a zero ore, saranno favoriti percorsi interni di reimpiego in altre mansioni, fatta salva la volontarietà delle persone interessate e la disponibilità di posti.
I/le lavoratori/trici entreranno in CIGS dopo aver fruito delle ferie e dei r.o.l. dell’anno precedente.

L’Azienda anticiperà ai lavoratori l’indennità di Cassa Integrazione.

Invitiamo i territori ad attivarsi per dare complete informazioni ai dipendenti di tutti i punti vendita. A tal fine abbiamo concordato con l’Azienda la possibilità di accedere, tramite assemblee retribuite, anche nelle filiali dove siamo privi di diritti sindacali di accesso, previa comunicazione anticipata all’Azienda.

Nei prossimi giorni, provvederemo a predisporre e ad inviarvi un volantino per i/le lavoratori/trici che, per chi desidera, potrà essere uno strumento utile nelle assemblee.

p. La Filcams CGIL Nazionale
( Elisa Camellini )

All. 1 Verbale Mobilità
All. 2 Verbale Cigs