Sonepar Italia, esito coordinamento e incontro azienda 13/10/2011

TESTO UNITARIO

Il 13 ottobre scorso si è svolto l’incontro con SONEPAR S.p.A. Nel corso del coordinamento che ha preceduto l’incontro con l’azienda, sono state condivise alcune problematiche presentate dai diversi territori presenti. Tra i vari argomenti che sono stati affrontati, è emersa l’esigenza da parte dei delegati sindacali di creare un contatto diretto tra loro per potersi scambiare rapidamente informazioni e a tal proposito verrà a breve costruita una mailing list che assolva a tale compito.

Rispetto all’armonizzazione del CIA, è stato analizzato il testo che l’azienda aveva inviato il giorno precedente alle OOSS e sono state fatte alcune prime valutazioni nel merito. La direzione aziendale ha aperto l’incontro fornendo alla delegazione dati aggiornati rispetto all’andamento economico: il mese di settembre ha fatto registrare un netto peggioramento della situazione con una perdita rispetto al budget pari al 25%. In pratica l’azienda sta fatturando di più, ma con un margine molto più basso rispetto all’anno precedente.

In particolare i settori più in difficoltà sono quelli del fotovoltaico in quanto ormai è un mercato molto concorrenziale e il cui prezzo è sceso quasi del 50% rispetto al 2010, e il settore dei cavi, in cui il problema è rappresentato dall’abbattimento del prezzo delle materie prime e la conseguente diminuzione del margine. La direzione ha comunque garantito l’impegno a mantenere gli impegni presi rispetto al personale ed è quindi disposta a proseguire il confronto per giungere alla condivisione di un contratto integrativo da poter applicare a tutta la compagine aziendale italiana.

Prima di entrare nel merito dell’armonizzazione del CIA, le OOSS hanno posto all’azienda il tema della data di pagamento delle retribuzioni. Infatti l’azienda aveva comunicato che da maggio avrebbe spostato il pagamento dei cedolini paga dal 31 al primo giorno del mese, sempre con le competenze del mese precedente. Il disagio maggiore si è creato per i lavoratori nel caso in cui il 1° del mese ha coinciso con un sabato o un giorno festivo perché ciò ha comportato lo slittamento del pagamento ad alcuni giorni dopo.

Come OOSS abbiamo chiesto la disponibilità dell’azienda ad evitare tale inconveniente anticipando la valuta di pagamento in caso di sovrapposizione con festivi e prefestivi. La direzione aziendale si è detta disponibile ad evitare tale disagio ai lavoratori e si è quindi impegnata a fare le verifiche tecniche per consentire tale modifica nella tempistica del pagamento. Ha inoltre espresso l’intenzione di passare col tempo al pagamento con valuta 5 o 10 con le competenze del mese corrente, ma per ora verrà mantenuto il versamento con valuta 1°. Venendo ai temi del CIA, abbiamo analizzato ogni capitolo del testo che l’azienda aveva inviato specificando i temi da rivedere.

Nel dettaglio:

RELAZIONI SINDACALI: presenteremo una proposta di testo con OOSS in cui inseriremo alcuni argomenti oggi non presenti come l’agibilità sindacale delle filiali piccole, la costituzione di un coordinamento con ore di permesso e spese pagate per le trattative nazionali e l’incontro annuale.
SALUTE E SICUREZZA: il capitolo va inserito e quindi invieremo un testo. Modificheremo anche il capitolo sul mobbing. Sempre in questo ambito proveremo a formulare proposte anche sul tema degli appalti interni all’azienda (pulizie, vigilanza, ecc.)
QUALIFICHE: dato che il CIA di Padova prevedeva alcune migliorie sul tema, faremo una proposta che l’azienda valuterà, anche se l’azienda si è dichiarata contraria rispetto a qualsiasi forma di automatismo nel passaggio da un livello all’altro.
FORMAZIONE: abbiamo espresso riserve rispetto alla distinzione tra corsi obbligatori e facoltativi sostenendo che è interesse aziendale che i dipendenti si formino, quindi i corsi dovrebbero essere tutti in orario di lavoro per consentire la partecipazione a tutti. Cercheremo insieme all’azienda una formulazione che vada in questa direzione.
ORARIO DI LAVORO: abbiamo chiesto che la direzione aziendale preveda una flessibilità in entrata e uscita dal lavoro. Ci presenteranno un testo per il prossimo incontro.
LAVORO STRAORDINARIO: dopo ampia discussione dell’argomento, abbiamo chiesto all’azienda di fornirci i dati sull’uso e la distribuzione del lavoro straordinario per capire meglio l’entità del problema. Nel prossimo incontro, alla luce dei dati, vedremo che proposta avanzare.
PREMIO: prima ancora di entrare nel merito dei criteri proposti dall’azienda, si è discusso della volontà aziendale di escludere dal premio variabile coloro che percepiscono un premio individuale ad obiettivi. Abbiamo espresso perplessità rispetto a questa ipotesi e l’azienda si è riservata di fare un ulteriore approfondimento e se possibile a darci qualche dato sul numero di persone interessate e sulle loro mansioni. DECORRENZA: abbiamo evidenziato la necessità di inserire l’ultravigenza.

Le parti si incontreranno nuovamente GIOVEDI’ 17 Novembre a Roma; l’incontro che si terrà alle ore 12.00 sarà preceduto dal coordinamento della delegazione che inizierà alle ore 11.00 Quanto prima vi invieremo i dettagli logistici.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Daria Banchieri