Sondrio. «Dipendenti mensa, solo garanzie generiche»

21/11/2003





Edizione del 21/11/2003
Pagina 13


Ieri a palazzo Pretorio l’incontro tra la delegazione sindacale e il sindaco per i lavoratori della Gama
«Dipendenti mensa, solo garanzie generiche»
Resta alta la preoccupazione – Stamattina incontro con i nuovi gestori

( m. b .)

Riponevano grandi speranze nell’incontro di ieri pomeriggio con il sindaco i dipendenti sondriesi della Gama , la società che gestiva il servizio delle mense scolastiche in città e che per problemi finanziari se n’è andata, lasciando per due mesi i propri addetti senza stipendio e senza straordinari per tre. Speranze legate al loro futuro lavorativo che soltanto in parte hanno ottenuto risposte positive.

«Il sindaco – spiega Alberto Moiraghi della Cgi l che si sta occupando della vertenza – ci ha dato le garanzie del massimo interessamento da parte del Comune. Ci ha anche detto di aver preso un accordo verbale con l’azienda che subentra nella gestione – la Sodexho – perché questa mantenga il livello occupazionale esistente. Garanzie generiche che però non ci bastano e non servono a tranquillizzare i lavoratori».

A mancare sono ancora troppi tasselli del quadro. Tanto per cominciare il monte ore «perché senza questa certezza – continua Moiraghi – le dipendenti (17 e non 19 come abbiamo verificato) non sono in grado di garantire il servizio». E poi la questione delle ferie arretrate, della liquidazione, dello stesso stipendio. «La garanzia generica sull’occupazione va bene – sottolinea il sindacalista -, ma senza tutta la parte tecnico- normativa è difficile esprimere un giudizio, chiarire la situazione». Ed è proprio per conoscere questi fondamentali dettagli che domattina sindacati e lavoratori incontreranno i responsabili della nuova azienda di gestione. «Speriamo di avere le risposte che ci attendiamo» conclude Moiraghi .