SOL MELIA’ITALIA – Ipotesi Accordo 18/01/2012

IPOTESI DI ACCORDO
Tra

SOL MELIA’ ITALIA in persona del dott. Palmiro Noschese
e
FILCAMS CGIL nazionale in persona del Sig. Massimo Frattini
FILCAMS CGIL LAZIO e ROMA in persona della Sig.ra Katia Della Rocca
FILCAMS CGIL GENOVA in persona del Signor Cosimo Francavilla
FISASCAT CISL nazionale in persona del sig. Alfredo Magnifico
Presente la RSA

Premesso

-che la RSA dell’Hotel Melià Roma Aurelia Antica unitamente alle OO.SS. dei lavoratori FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL hanno presentato la piattaforma per la stipulazione del contratto integrativo aziendale;
-che il SOL MELIA’ è attualmente presente sul territorio nazionale presso le unità alberghiere di Roma, Milano e Genova;
-che le Parti, nel pieno rispetto delle reciproche autonomie e nell’ambito delle distinte responsabilità e funzioni, ritengono obiettivo comune definire la contrattazione di secondo livello nel rispetto di quanto previsto dal vigente CCNL dell’Industria Turistica, stabilendo regole certe che facilitino i rapporti, definendo e sviluppando metodi partecipativi e collaborativi orientati a garantire il corretto sviluppo delle relazioni tra i diversi soggetti atte a prevenire eventuali situazioni conflittuali;
-I dati forniti dalla Direzione Aziendale durante tali incontri, limitatamente a quelli riferiti all’andamento economico, piani di investimenti e sviluppo, occupazione camere, rivestono carattere di riservatezza anche ai sensi di Legge e pertanto non saranno divulgati a terzi.

Tutto ciò premesso

Le Parti, dopo ampio confronto, hanno convenuto quanto segue:

Art. 1 RELAZIONI SINDACALI

Le relazioni tra le parti firmatarie del presente accordo sono regolate dal CCNL dell’Industria Turistica e dal presente CIA.
Le Parti convengono sull’opportunità di strutturare le relazioni sindacali attraverso dei livelli di confronto (Nazionale e Aziendale/Territoriale) che, nel rispetto dei ruoli, delle responsabilità e senza avere per oggetto materie già previste e definite in altri livelli, offrano modelli di partecipazione efficaci ed efficienti.
L’impianto di relazioni sindacali e le materie sotto descritte, sono orientate a privilegiare – in particolare a livello di unità alberghiera – il dialogo, lo scambio di informazioni e la ricerca di soluzioni concordate atte a risolvere i problemi che via via si presenteranno e presuppongono, pertanto, un orientamento delle parti conseguente.
Di norma gli incontri si terranno una volta l’anno, indicativamente entro la fine di novembre di ciascun anno, oppure qualvolta una delle due parti lo richieda.
In caso di incontri che richiedano la presenza di componenti RSU e dirigenti RSA, l’Azienda si impegna a sostenere le spese di vitto.

    Schema indicativo di relazioni sindacali per contenuti, livelli e soggetti:

LIVELLO NAZIONALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. NAZIONALE – RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

    ·Accordo integrativo aziendale;
    ·Struttura e parametri Premio di Risultato;
    ·Composizione controversie aventi ad oggetto le relazioni di cui ai livelli inferiori;

Materie oggetto di informazione

    ·Azienda, Mercato di riferimento;
    ·Occupazione camere;
    ·Investimenti;
    ·Piani di sviluppo;
    ·Andamento organico;
    ·Andamento premio di Risultato;
    ·Formazione;
    ·Sicurezza;
    ·Mercato del lavoro: adempimenti normativi.

LIVELLO AZIENDALE/TERRITORIALE
(DIREZIONE AZIENDALE – OO.SS. TERRITORIALI- RSU/RSA)

Materie oggetto di contrattazione

    ·Analisi e proposte di nuove professionalità;
    ·Organizzazione del Lavoro???

Materie oggetto di informazione

    ·Occupazione camere;
    ·Ore di lavoro supplementare e straordinarie disaggregate e per reparto;
    ·Mercato del lavoro: adempimenti normativi;
    ·Ferie

I dati globali annuali saranno illustrati e discussi nell’apposito incontro.
Potranno essere tenuti incontri su richiesta di una delle due parti su argomenti specifici.

Art. 2 PERMESSI SINDACALI
Le parti, nello spirito di stabilire corrette relazioni sindacali e di garantire una piena agilità sindacale alle componenti RSU e dirigenti RSA, anche tenendo conto delle evoluzioni delle relazioni sindacali, concordano sulla necessità di fornire i componenti RSU e dirigenti RSA di un numero congruo di permessi sindacali; a tal fine le ore che saranno dedicate per ciascuna struttura alberghiera all’incontro sindacale annuale verranno escluse dal computo delle ore e permessi sindacali spettanti a ciascun componente di RSU e/o dirigente di RSA.

Le parti concordano inoltre di aumentare le ore di assemblea sindacali fino ad un massimo di 15 ore annuali.

Art. 3 CONGEDO DI PATERNITA’
Le parti, nel comune intento di agevolare le politiche a sostegno della maternità e paternità, concordano di riconoscere al padre lavoratore 2 giorni continuativi di permesso straordinario retribuito alla nascita di ciascun figlio entro 90 gg dall’evento e previa comunicazione al datore di lavoro. Al rientro in servizio il padre lavoratore produrrà opportuna certificazione di nascita.

Art. 4 RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
Le Parti concordano nel valore della prevenzione quale elemento principale del sistema complessivo di promozione della salute e sicurezza degli ambienti di lavoro. Pertanto, in attesa che il CCNL dell’Industria Turistica regolamenti e recepisca detta materia armonizzandola alle esigenze specifiche del settore e tenuto conto dell’Accordo Interconfederale 22 giugno 1995, stabiliscono di innalzare il monte ore di permessi spettanti al RLS per l’assolvimento dei compiti previsti dall’art. 50 D.Lgs 81/2008 T.U. (così come integrato e corretto dal D.Lgs. 106/2009) da 40h a 48h.

ART. 5 PREMIO DI RISULTATO
Le Parti, alla luce di quanto previsto dall’art. 23 del vigente CCNL, hanno individuato un sistema premiante che favorisca la partecipazione ed il coinvolgimento dei lavoratori ai processi di sviluppo ed ai risultati dell’Azienda, conseguenti al miglioramento della sua posizione di competitività sul mercato.

Pertanto per il periodo di validità del presente accordo sarà corrisposto a ciascun dipendente un premio di risultato calcolato sulla base dello schema di cui all’allegato A.

Il premio di risultato sarà erogato secondo le modalità specificate nei seguenti punti A, B, C e D.

Il dettaglio degli obiettivi e dei parametri sono descritti nei punti che seguono.

    A)OBIETTIVI

Vengono individuati i seguenti obiettivi che contribuiscono, ciascuno in relazione al peso assegnato e alla scala di scostamento dagli obiettivi individuati, alla determinazione e alla conseguente erogazione del Premio di Risultato.

Le Parti ritengono idonei al raggiungimento degli obiettivi indicati, i seguenti indicatori:

1) REDDITIVITA’
2) RICAVI
3) COSTI
4) QUALITA’
5) MISTERY GUEST
5) CLIMA LAVORATIVO

B) PARAMETRI

    ·REDDITIVITA’

I parametri di riferimento sono: l’utile lordo di gestione (GOP) calcolato a livello di ogni unità alberghiera, a livello nazionale e a livello internazionale, tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello, i ricavi camere e i ricavi del reparto Food and Beverage (meeting&congress).
Ai fini del presente premio si tiene conto dell’utile lordo di gestione rappresentato in percentuale sui ricavi. Il peso assegnato al GOP Melia Hotels International è pari al 5%; il peso assegnato al GOP Melia Hotels Italy è pari al 5%; il peso assegnato al GOP dell’hotel è pari al 20%.
·RICAVI

I parametri di riferimento sono: i ricavi camere e i ricavi food and beverage calcolati a livello di ogni unità alberghiera. I ricavi camere e food and beverage vengono valutati in funzione dei ricavi previsti a budget. Il peso assegnato ai ricavi camere è pari al 10%. Il peso assegnato ai ricavi food and beverage (meeting&congress) è pari al 10%.

    ·COSTI

I parametri di riferimento sono i costi sostenuti da ogni unità alberghiera tenendo conto esclusivamente delle spese di gestione per ogni singolo livello. I costi vengono valutati in funzione dei costi previsti a budget. Il peso assegnato all’obiettivo dei costi è pari al 10%.

    ·QUALITA’

Il risultato di qualità è determinato dalla rilevazione dei dati derivanti dai questionari di qualità compilati on-line dalla clientela. I dati dei questionari di qualità vengono elaborati secondo un sistema informatico automatico predisposto dalla Direzione Generale della Compagnia per tutti gli hotel e vengono comunicati periodicamente con frequenza mensile dalla medesima. Tali dati non possono in nessun modo essere modificati dai singoli hotel. Il peso assegnato al risultato dei questionari di qualità è pari al 20%.

    ·MISTERY GUEST

Il risultato del Mistery Guest è determinato dall’indagine annuale svolta da una società esterna alla Compagnia che elabora il risultato comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al Mistery Guest è pari al 10%.

    ·CLIMA LAVORATIVO

Il risultato di clima lavorativo è determinato dalla rilevazione dei questionari che annualmente vengono compilati in forma anonima da parte di tutti i dipendenti dell’hotel. Tali questionari vengono inviati ad una Società esterna alla Compagnia che li elabora comunicando alla Direzione Generale l’esito dell’indagine. Il risultato dell’indagine non può in nessun modo essere modificato dai singoli hotel. Il peso assegnato al clima lavorativo è pari al 10%.

    C)EROGAZIONE DEL PREMIO

La corresponsione del premio, come sopra definito, avverrà come segue.

    1.L’importo del Premio di Risultato verrà erogato a ciascun dipendente nell’anno fiscale (gennaio-dicembre) successivo a quello preso come riferimento per il calcolo,
      La Direzione Aziendale convocherà le OO.SS. firmatarie per esaminare i dati del consuntivo il mese precedente la sua erogazione, che comunque avverrà entro il mese di Aprile.

    2.Hanno diritto alla corresponsione del Premio di risultato i lavoratori a tempo indeterminato e determinato in forza nell’anno di riferimento del premio.
    3.Il Premio di Risultato maturerà in ratei mensili, intendendosi come tali le frazioni di mese di calendario maggiori a 15 giorni.
    4.Il Premio di Risultato assorbirà eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda qualora quest’ultimi fossero inferiori. Qualora l’importo del Premio di Risultato fosse inferiore a eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda l’importo del Premio di Risultato verrà assorbito da eventuali piani di incentivazione individuali assegnati dall’Azienda.

    D) CARATTERISTICHE DEL PREMIO DI RISULTATO

Il premio di risultato si intende con valori uguali per tutti i lavoratori cui si applica, e verrà erogato solo ed esclusivamente sulla base delle effettive giornate di reale presenza fisica sul lavoro. A tale fine si definisce la quota giornaliera del premio assumendo l’indice convenzionale mensile di cui all’art. 107 del CCNL vigente e quindi 26 giorni al mese. Pertanto, la quota giornaliera si ricava dividendo l’importo totale del premio da erogare per 312 (26 gg per 12 mesi). L’importo totale del premio sarà ridotto di tante quote giornaliere quanti sono i giorni di assenza nell’anno cui il premio si riferisce, ad esclusione di: ferie, rol, riposi compensativi, permessi sindacali retribuiti, maternità obbligatoria e permessi per legge 104/92 e permessi per congedo di paternità di cui all’art. 3 del presente accordo.
I dati necessari per il calcolo delle presenze secondo i criteri come sopra indicati saranno elaborati sulla base delle registrazioni effettuate sul Libro Unico del Lavoro. Le Parti dichiarano che gli eventuali importi erogati sono variabili e non predeterminabili, essendo gli stessi strettamente correlati ai risultati conseguiti dall’Azienda nella realizzazione di programmi, concordati tra le parti, aventi come obiettivo incrementi di produttività e di redditività, miglioramenti della competitività e dell’efficienza organizzativa.
Le Parti convengono che il presente premio di risultato venga definito in senso omnicomprensivo, in quanto in sede di definizione dell’importo si è tenuto conto di ogni incidenza.
L’importo di partenza minimo definito per il calcolo del premio di risultato è pari a € 240,00 (duecentoquaranta/00)
Pertanto, sono esclusi da ogni ricalcolo retributivo e non concorrono agli effetti di alcun istituto contrattuale diretto, indiretto e/o differito, ivi compreso il TFR.
Le Parti convengono che il Premio di Risultato, avendo le caratteristiche della totale variabilità e indeterminabilità, rientri nel regime di decontribuzione dei premi di risultato, disciplinato dall’art. 3 del d.l.14.6.1996, n.318, convertito, con modificazioni nella legge 29.7.1996, n. 402 e dall’art.1, commi 67 e 68 L.247/2007 nonché dall’art.53 del d.l.n.78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella legge.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge 13 dicembre 2010, n. 220, e, con particolare riferimento agli aspetti fiscali e alla relativa detassazione, il premio stesso sia conforme, per il 2011, a quanto stabilito dallo stesso articolo 53 del d.l.n. 78 del 31 maggio 2010, convertito con modificazioni nella l.30.7.2010 n.122 e dall’art. 1, c. 47, Legge n. 220 del 2010 in materia di “imposta sostitutiva del 10% sulle componenti accessorie della retribuzione corrisposte in relazione a incrementi di produttività”, così come precisato anche dall’Agenzia delle Entrate congiuntamente con il Ministero del Lavoro con la circolare n. 3/E del 14 febbraio 2011 e le successive. Tale conformità viene riconosciuta dalla Parti anche per l’anno 2012, in relazione a quanto previsto dall’art.33, comma12 della l.12.11.2011 n.183, in attuazione dell’art.26 del decreto legge 6 luglio 2011 n.98, convertito con modificazioni in l.15.7.2011 n.111 e per gli anni successivi di vigenza del presente accordo, in forza di eventuali altre analoghe disposizioni di legge finalizzate a prorogare le misure sperimentali per incrementare la produttività del lavoro."

Art. 6 – VALIDITA’ DI APPLICAZIONE. DECORRENZA E DURATA

Il presente contratto integrativo si applica alle unità alberghiere del SOL MELIA’ ITALIA attualmente presenti e alle future aperture gestite direttamente dalla Società.
Nel caso di aperture in franchising o management le Parti si incontreranno per verificare l’applicazione del presente CIA a tali strutture.
Il presente contratto integrativo aziendale ha durata triennale:
Decorre dal …………… 2012 e scadrà il ……… 2014 e avrà efficacia fino al rinnovo dello stesso.
Il presente accordo è immediatamente operativo dalla data di sottoscrizione, dalla quale decorrono anche tutti i termini di legge.

Art. 7 – DISPOSIZIONI FINALI

Le Parti convengono che, con la stipula del presente accordo, è stata assolta la contrattazione di secondo livello nei termini e nei modi previsti dal vigente CCNL dell’Industria Turistica.

Letto, confermato e sottoscritto.

L’AZIENDAFILCAMS-CGIL nazionale

                      FILCAMS-CGIL LAZIO e ROMA
                      FILCAMS- CGIL GENOVA
                      FISASCAT CISL nazionale

                      RSA