Soglia hotels pensa in grande

29/07/2005
    venerdì 29 luglio 2005

      pagina 18 – Turismo

      Soglia hotels pensa in grande

        Nino Di Napoli

          Mentre è in corsa per l’acquisizione di Parmatour, il gruppo salernitano Soglia hotels mette a segno un altro colpo: la gestione, dal primo settembre, delle strutture turistiche di proprietà della società veneta Porto Laconia. Si tratta di sei strutture a quattro stelle, tra hotel e multiproprietà. Tre di esse si trovano sulle Dolomiti, le altre in Costa Smeralda (Green Park hotel, Sporting hotel Tancamanna e residence Portolaconia per complessivi 106 miniappartamenti).

          Con questa operazione commerciale, del valore di 23 milioni di euro, andata in porto a seguito di un concordato preventivo in corso presso il tribunale di Verona, il gruppo passa da 7 a 13 alberghi per un totale di 1.300 camere. Fanno parte della società, che l’anno scorso ha fatturato 25 milioni di euro, anche 40 agenzie di viaggio e i tour operator Chiariva, Going e Comitours e nei giorni scorsi il gruppo è entrato a far parte anche di Tiberio viaggi. Se acquisirà anche Parmatour, la società che fa capo a Gerardo Soglia si troverà a gestire anche 11 villaggi turistici, di cui sei in Italia e cinque in paesi extra europei, per un totale di oltre 1.000 camere per più di 2.500 posti letto e con un fatturato di circa 200 milioni di euro. (riproduzione riservata)