News Filcams

Società partecipate e speciali. Riforma PA e Sistema Camerale: il futuro dei servizi pubblici e del lavoro

20/01/2015

Spending Review del Governo Monti, Programma di razionalizzazione delle società partecipate dalla Stato e dagli Enti Locali del Commissario Cottarelli, la legge delega del Governo sulla PA, la legge Delrio e la legge Madia, una serie di interventi del governo emanati negli ultimi 3 anni, per riordinare tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, tra cui anche il ruolo e le funzioni delle società partecipate e speciali di propria emanazione, diretta ed indiretta.

Pur operando nella stragrande maggioranza esclusivamente per gli enti pubblici, tali società sono inquadrate nei settori del privato e conseguentemente i loro dipendenti vedono applicati contratti nazionali dei diversi comparti, tra cui commercio, turismo e multiservizi. Sono infatti circa 70mila (su un totale di più di 950mila) i lavoratori riferibili ai settori della Filcams.

Il convegno si propone di realizzare un momento di approfondimento e confronto tra rappresentanti delle istituzioni e dei sindacati sul ridisegno della Pubblica Amministrazione e sarà l’occasione, per la categoria di presentare le proprie idee e proposte, con il coinvolgimento della Confederazione e delle diverse categorie, per affrontare una corretta razionalizzazione della Pubblica Amministrazione in grado di mantenere un alto livello dei servizi erogati e rispondere della tutela occupazionale delle migliaia di lavoratrici e lavoratori interessati.

“La nostra categoria, così come le altre categorie coinvolte – prima tra tutte la Funzione Pubblica – unitamente alla Confederazione,” afferma Elisa Camellini segretaria nazionale Filcams Cgil, “ha sempre sostenuto la necessità di un processo di riorganizzazione della pubblica amministrazione, nonché l’attivazione di tutte le iniziative utili per contenere sprechi e migliorare il funzionamento, compresa l’ottimizzazione e il ridimensionamento delle società partecipate, ma abbiamo continuato a denunciare che non è con la politica dei tagli lineari­ e guardando solo ai parametri del patto di stabilità che si possono pensare riforme strutturali dell’intera macchina pubblica del nostro paese.”

L’iniziativa si svolgerà il 21 gennaio a partire dalle 14, presso il centro Congressi Frentani, Via dei Frentani, 4, e vedrà la partecipazione, di Susanna CAMUSSO, Segretario Generale della Cgil. Interverranno, Luca LO BIANCO, Comitato scientifico “luoghi Comuni”; Rossana DETTORI, Segretario Generale FP CGIL Nazionale; Roberta AGOSTINI,  Vicepresidente I Commissione Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni; Guido BOLATTO, Segretario Generale Camera di Commercio di Torino; Massimiliano SMERIGLIO, Vicepresidente Giunta Regionale Lazio; Vittorio BUGLI, Presidenza Giunta Regionale Toscana. Introduce i lavori Elisa CAMELLINI segretaria Nazionale Filcams Cgil.