Auchan Retail SMA, esito incontro 21/06/2017

Roma, 21 giugno 2017

Testo Unitario

in data 21 giugno 2017 è ripreso il confronto con la direzione di Auchan Retail Italia finalizzato alla definizione di un nuovo contratto integrativo per SMA SpA.

In apertura abbiamo unitariamente ribadito la nostra indisponibilità ad affrontare in questa trattativa, di per sé già complicata, la richiesta dell’impresa di legare l’integrazione della indennità di malattia dal 4° al 20° giorno ad un numero limitato di eventi, ritenendola inaccettabile sul piano sociale e inefficace come misura per contrastare i casi di assenteismo. Sulla spinosa questione dell’ assegno ad personam abbiamo chiesto all’azienda di abbandonare le proprie pretese di non meglio specificata “rivisitazione”, essendo tali operazioni divenute ormai impraticabili per ragioni di ordine politico nonché giuridico.

Abbiamo poi ribadito la necessità di avere maggiori garanzie rispetto alla salvaguardia occupazionale e al mantenimento dell’attuale perimetro della rete di vendita; in questa direzione si muove peraltro la nostra rivendicazione rispetto alla definizione di norme più stringenti per i lavoratori interessati da cessioni di ramo d’azienda (franchising) e sugli appalti. Infine abbiamo manifestato la nostra perplessità a definire una intesa in due tempi, rinviando la discussione e la definizione di un nuovo premio di risultato al prossimo autunno. La direzione aziendale ha preso atto delle posizioni sindacali, ribadendo la volontà di addivenire ad una intesa che dia risposte, oltre che alle richieste delle lavoratrici e dei lavoratori, anche alla sua esigenza di contenimento dei costi, stante il perdurante stato di difficoltà economica.

Le parti hanno pertanto condiviso di definire un’ulteriore proroga dell’attuale contratto integrativo aziendale fino al 31 dicembre 2017 con l’intento di ricercare soluzioni che consentano da un lato il mantenimento di adeguati livelli di tutela per i lavoratori e dall’altro garantiscano all’impresa corretti margini di sostenibilità economica. Tale proroga sarà anche utile ad approfondire nel merito parametri, importi, indicatori del nuovo premio di progresso.

I prossimi incontri si terranno: il 18, il 28 settembre e il 13 ottobre a Bologna, il 26 ottobre a Roma.

p. la Segreteria Filcams Cgil Nazionale

Cristian Sesena