Sisal, esito incontro 23/03/2015

TESTO UNITARIO

Il giorno 23/03/2015 presso la sede di Milano Tocqueville si è tenuto il previsto incontro con la Sisal presenti per l’azienda l’A.D. Emilio Petrone, il Direttore Risorse Umane Andrea Orlandini e Ruggero Dadamo e le O.O.S.S. Filcams, Fisascat e Uiltucs nazionali e territoriali ed il coordinamento RSA/RSU Sisal.

La Direzione ha in premessa illustrato il contesto generale del mercato dei giochi ed in particolare la situazione di Sisal.

1- Legge di stabilità che prevede per Sisal il pagamento di una imposta aggiuntiva di
circa 46 milioni di euro .
2- La contrazione del mercato dei giochi in conseguenza della crisi economica.
3- La concorrenza dei CTD (centri trasmissione dati di gioco all’estero che permette il
non pagamento delle tasse in Italia).
4- Contenzioso slot di 70 mln di euro pagato nell’esercizio 2013.
5- Decreto Balduzzi
6- Incremento del preu sulle vlt

L’azienda pur manifestando la volontà di proseguire nelle politiche di sviluppo aziendale ha dichiarato una serie di criticità in riferimento alla sostenibilità del costo del lavoro:

1- Necessità di ristrutturare il CIA dichiarando l’intenzione di inviare formale disdetta del
contratto integrativo vigente.
2- Processo di dismissione di Punti vendita non produttivi con Ebitda negativo già
nell’esercizio 2013 quali:

L’Aquila
Ascoli Piceno
Barletta
Bergamo
Corato
Latina
Manfredonia
Molfetta
Napoli Giordano Bruno
Napoli Via Diocleziano
Roma Tuscolana
Torino Via Nizza
Bingo Napoli
Wincity Pescara

Sono interessati dalla cessione di ramo d’azienda art 47/428 complessivamente 180 persone circa.

3- Processo di delocalizzazione del call center di 1° livello nel quale sono interessate
circa 97 persone.

Per mettere in atto i correttivi sopra esposti l’azienda ha proposto tempistiche differenziate per l’attuazione del processo.

Le O.O.S.S. nell’esprimere una forte preoccupazione per quanto rappresentato dall’azienda, si sono dichiarate disponibili ad avviare il confronto precisando che,
qualora le soluzioni proposte non dovessero garantire una adeguata soluzione in riferimento al mantenimento dei livelli occupazionali, procederanno a mettere
in atto tutte le iniziative di carattere sindacale che si riterranno necessarie.

Il prossimo incontro è fissato per il 02/04/2015 ore 15,00 nella sede Fisascat Cisl di Via dei Mille 56 Roma, nel corso del quale di discuterà nel merito sia del processo di franchising dei p.v. che dell’esternalizzazione del call center.

p.La Filcams Cgil
D. Lelli