Siracusa. Duemila «no» al racket

19/11/2004

    18 novembre 2004

    SCUOLA E LEGALITA’. Studenti in corteo.
    E aumentano le adesioni alla manifestazione di domani
    Duemila «no» al racket

      «Lottiamo contro l’illegalità» è stato uno degli slogan gridato dagli studenti delle scuole superiori di Siracusa durante il corteo snodatosi ieri mattina per le vie della città. L’iniziativa, che ha avuto come principale oggetto la dispersione scolastica, ha visto la partecipazione di circa duemila studenti provenienti dall’intera provincia aretusea, oltre che dei gruppi di Siracusa di Emergency, Arci e Libera.

      Il corteo si è mosso da piazza Aldo Moro e verso le 13.00 è giunto in piazza Duomo; lì i ragazzi hanno assistito, oltre ai discorsi dei ragazzi del Collettivo studentesco, all’intervento di Emanuela Di Bella, rappresentante di Libera, sul valore oggi precario della legalità, e di Giuseppe Zappulla, segretario generale provinciale della Cgil, che ha delineato in maniera realistica quanto sia problematica la situazione lavorativa per i giovani.

      In tale contesto che fa evincere il forte impegno dei giovani siracusani per la legalità, gli stessi studenti promettono una loro incisiva partecipazione anche alla manifestazione che si svolgerà domani sera a Siracusa contro il racket e l’usura. L’invito dei ragazzi a partecipare alla fiaccolata, che vogliono così dimostrare il profondo interesse nei confronti di quanto sta accadendo in città e in provincia, si estende anche ai docenti, a tutti gli operatori scolastici e ai propri genitori e famiglie, per promuovere una concreta diffusione di una cultura di giustizia. Le adesioni a questa manifestazione, che partirà domani alle ore 18.00 dal piazzale antistante il Teatro Greco e giungerà sino a piazza Duomo dove è prevista un’iniziativa culturale degli studenti del liceo scientifico L.Einaudi, sono sempre più numerose e testimoniano, quindi, l’interesse collettivo della città nei confronti della lotta contro la violenza e la criminalità.

      «Chiediamo a tutti di partecipare alla fiaccolata per la legalità e la sicurezza – afferma Enzo Scatà, segretario provinciale della Cisl la quale, insieme a Cigl e Uil, ha organizzato l’iniziativa – per dire no alle intimidazioni, garantire la sicurezza di quanti denunciano e mostrare solidarietà nei confronti delle vittime».

      Alla fiaccolata saranno presenti anche i consiglieri della Camera di Commercio di Siracusa; la Confcommercio della provincia siracusana; la Comfidi, il consorzio dell’Unione del commercio, del turismo e dei servizi della provincia di Siracusa, che simboleggerà il proprio impegno con duemila palloncini colorati sui quali sarà scritto “No al racket e all’usura”. Prenderanno parte al corteo anche i rappresentanti siracusani del partito La Margherita, auspicando, quale condizione indispensabile per vincere la battaglia contro l’estorsione, l’unità di tutte le forze politiche, sociali ed istituzionali; la Federazione provinciale dei Socialisti Democratici Italiani e dei Giovani Socialisti.

      Alla fiaccolata saranno anche presenti la Federazione provinciale di Siracusa del partito dei Comunisti italiani, rimarcando il bisogno di una educazione alla legalità; l’associazione siracusana Libera, che vuole così esprimere la necessità di continuare la lotta alla mafia e l’Arci di Siracusa. Con lo slogan “Siamo tutti clienti dell’Irish pub” sarà partecipe anche il Circolo legalità ed ambiente di Siracusa, ed interverrà per palesare la propria solidarietà a tutte le vittime anche la Sinistra giovanile di Siracusa. Anche il comune di Floridia sarà presente alla fiaccolata rappresentato da alcuni degli amministratori e dei consiglieri.

        isabella di bartolo