Siglato l’integrativo ai supermercati Billa

01/07/2002



PADOVA

Sabato, 29 Giugno 2002


COMMERCIO
Siglato l’integrativo ai supermercati Billa: premio di 600 euro
Fumata bianca per il contratto integrativo dei supermercati Billa. L’intesa è stata siglata l’altra sera negli uffici di Unindustria Treviso dalle organizzazioni sindacali regionali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil. Si risolve così una delicata vertenza sfociata nello sciopero generale di otto ore del 25 maggio.

Ai 600 dipendenti dei centri commerciali Billa del Nordest, trecento dei quali nella sola provincia di Padova dove funzionano nove punti vendita (in via Crescini, Facciolati e Chiesanuova in città, a Ponte San Nicolò, Selvazzano, Monselice, San Martino di Lupari, Cittadella e Carmignano di Brenta) verrà riconosciuto nell’arco del triennio 2002-2004 un premio di qualità con un tetto massimo annuo di 600 euro, da calcolarsi in base al raggiungimento degli obiettivi di filiale, alla produttività oraria e alla flessibilità. Sono stati inoltre ritoccati le indennità domenicali: aumento del 90\% nel periodo natalizio, del 35\% nel resto dell’anno.

L’accordo contempla alcune rivoluzionarie novità per gli apprendisti che avranno una retribuzione mensile più elevata oltre al riconoscimento dei periodi di malattia. Sono previsti infine i rimborsi chilometrici per le commesse costrette a spostarsi da un punto vendita all’altro e la concessione dell’orario part-time dopo la maternità.

L.I.